attualità primo piano

SCONTRO SINDONI-LEDONNE, ORA PARLA CATALIOTO

SCONTRO SINDONI-LEDONNE, ORA PARLA L’AVVOCATO CATALIOTO

 

La consigliera comunale Donatella Sindoni ed il segretario generale del Comune Antonio Le Donne, sono ai ferri corti per la diversa interpretazione che riguarda la permanenza in carica o meno dell’esponente di Grande Sud eletta nelle liste del Pd. Interviene sulla vicenda, con prontezza e professionalità, l’avv. Antonio Catalioto, difensore della Sindoni. Ecco la sua nota:

Al  Sig. Direttore Generale

del Comune di Messina

 

e p.c.  Al Sig. Presidente

del Consiglio Comunale

di Messina

 

 

Oggetto: riscontro nota prot. 30988 del 3/2/17; ineleggibilità Consigliere Comunale Donatella Sindoni.

 

In nome e per conto della mia assistita Dott.ssa Donatella Sindoni n.q. di Consigliere Comunale, che per adesione sottoscrive in calce, si comunica che l’ordinanza del Tribunale di Messina cronologico n. 2563 del 2 febbraio 2017 è stata appellata dinnanzi alla Corte di Appello di Messina con ricorso regolarmente iscritto al R.G.N. 104/17, sicchè l’efficacia esecutiva della stessa è sospesa in forza dell’art. 22, c. 8, D.Lgs. n. 150/11. Conseguentemente la mia assistita continuerà a svolgere regolarmente il proprio mandato consiliare in tutte le forme e attività che la carica consente.

Si coglie l’occasione per evidenziare come Ella non avrebbe potuto diffidare la mia assistita dall’esercizio della carica, stante  che il Tribunale ha semplicemente dichiarato l’ineleggibilità senza la contestuale decadenza, atto questo che formalmente compete al C.C.. Quest’ultimo potrà pronunciarsi soltanto all’esito del giudizio d’appello.

Infine, si fa presente che qualsiasi impedimento si volesse frapporre per limitare il libero esercizio del mandato consiliare sarà censurato nelle sedi competenti.

 

Distinti saluti

 

Donatella Sindoni                                                              Avv. Antonio Catalioto

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *