Messina primo piano

Messina, la Dc batte un colpo gioca a tutto campo

 La Dc di Messina batte un colpo, giocherà a tutto campo intervenendo sui temi che interessano al popolo

La Democrazia Cristiana di Messina sembra essersi resa conto che il silenzio e le buone maniere non producono grandi risultati. Nell’ultima riunione del Coordinamento del Partito, presieduta da Renato Grassi, Presidente nazionale della Dc, ha emanato un corposo documento che ha inviato anche alla nostra redazione e di cui pubblichiamo alcuni brani significativi. Questo significa, tra l’altro, che sulla scena messinese è iniziato un nuovo corso con una componente che non ostentava pienamente la sua forza, ma che ha tradizione politica e classe dirigente e che sembra aver deciso di rimettersi in gioco a tutto campo e che non sembra disposta ad assecondare i capricci che il leader De Luca impone ai suoi sottoposti che, formalmente, governano le Istituzioni   messinesi. Questo il documento che la Dc di Messina ha inviato alla nostra redazione: “Nel corso dell’ultima riunione del Coordinamento della Democrazia Cristiana di Messina sono state esaminate diverse situazioni che in questi momenti sono all’attenzione dei cittadini che creano spesso uno stato d’animo di insoddisfazione e di preoccupazione crescente per il futuro. In effetti alla realtà attale, che vede un divario notevole in termini economici e sociali tra nord e sud, va ad aggiungersi la nuova legislazione sulla Autonomia Differenziata che rischia di introdurre elementi di ulteriore discriminazione soprattutto in settori fondamentali come la Sanità e la Scuola e, tutto questo, potrebbe abbattersi su una realtà quale è quella messinese in cui, i fattori negativi indotti, diventano elementi moltiplicatori dei disagi e delle sofferenze di cui già soffre la popolazione. Oggi, alla endemica crisi occupazionale che negli ultimi dieci anni ha visto diminuire sensibilmente il numero degli abitanti ed ha determinato la chiusura di centinaia di attività economiche, si aggiunge la siccità e la conseguente crisi idrica che sembra vedere l’Amministrazione comunale di Messina in ritardo rispetto alle necessarie soluzioni. Al fine di dare impulso ad una iniziativa amministrativa che possa realizzare al più presto dei dissalatori capaci di rifornire costantemente di acqua potabilizzata la Città, il Coordinamento della Dc di Messina ha dato mandato al Consigliere comunale della Dc di Messina Giovanni Caruso di impegnarsi nell’ambito sue possibilità, anche in sinergia con altri esponenti del civico consesso, di portare avanti una azione di stimolo tendente a far sì che l’Amministrazione comunale possa determinare al più presto di risolvere il problema dell’acqua in Città.” MESSINA, 6.7.2024           

Coordinamento Democrazia Cristiana                                                              Messina

  • nella foto il Consigliere comunale di Messina Giovanni Caruso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *