Enna

Pace: Consorzio di bonifica di Enna rischia la paralisi

“Il Consorzio di bonifica di Enna rischia la paralisi finanziaria”, l’on. Pace presenta un’interrogazione

“Il Consorzio di bonifica di Enna rischia la paralisi finanziaria”. È
l’allarme lanciato dal capogruppo della DC all’Ars, Carmelo Pace, che ha
presentato un’interrogazione parlamentare al presidente della Regione e
all’Assessore regionale dell’agricoltura, dello sviluppo rurale e della
pesca mediterranea.

“Le organizzazioni sindacali dei lavoratori del Consorzio di bonifica 6
di Enna hanno manifestato preoccupazione, attraverso una lettera aperta,
in merito ai mancati pagamenti degli stipendi a causa dell’esposizione
debitoria dell’Ente nei confronti di Sicilacque. Il Consorzio ha infatti
ricevuto un provvedimento di pignoramento per circa otto milioni di
euro. Ciò – afferma l’On. Pace – provocherà la paralisi finanziaria,
visto che il Consorzio sarà impossibilitato a provvedere al pagamento
degli stipendi, ad avviare l’imminente campagna irrigua, già critica a
causa della grave siccità che ha colpito la Sicilia e per cui è stato
chiesto lo stato di calamità, atto giudiziario che metterà a rischio
anche i finanziamenti dei progetti Pnrr e Psr”.

“Riteniamo che occorra un impegno da parte del Governo regionale
affinchè le attività del Consorzio di bonifica non vengano bloccate dal
pignoramento e vengano e invece salvaguardati i livelli occupazionali,
consentendo l’avviamento al lavoro di 70 operai stagionali e mantenendo
gli stipendi dei 140 lavoratori a tempo indeterminato”, conclude l’On.
Pace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *