Palermo primo piano

Cuffaro: no elezioni di 2 livello si torni in aula

Cuffaro, Pace e Abbate: “No alle elezioni di secondo livello. Il testo
di riforma delle Province tornerà presto in Aula per essere discusso”

PALERMO – “Nel programma del Presidente Schifani è scritto a chiare
lettere che i protagonisti del voto devono essere i cittadini e questo è
quello che prevedeva la riforma bocciata oggi in Aula. Non vogliamo,
pertanto, sentire parlare di elezioni di secondo livello, quelle per le
quali voterebbero solo i sindaci ed i consiglieri comunali, soprattutto
se questa proposta arriva da esponenti di maggioranza. Rimaniamo,
pertanto, interdetti nel sentire che l’onorevole Assenza chieda
l’elezione di secondo livello, dopo che, mesi addietro, tutte le forze
di maggioranza hanno sottoscritto, in maniera compatta, il programma del
presidente Schifani”. Lo dichiarano il segretario nazionale della
Democrazia Cristiana, Totò Cuffaro, il capogruppo all’Ars, On. Carmelo
Pace e il presidente della I Commissione Affari Istituzionali, On.
Ignazio Abbate.

“Quello che deve essere chiaro a tutti è che non può esserci alcun passo
indietro: il testo di riforma delle Province deve tornare presto
all’esame dell’Ars per essere discusso. Occorre che la legge venga
approvata per salvaguardare i territori e per rendere protagonisti gli
elettori, facendo così prevalere la democrazia. Mi auguro che, su questo
argomento, tutta la maggioranza sia lealmente convinta”, concludono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *