Palermo primo piano

Balneari, Corrao: bocciatura UE è un danno per l’economia

Balneari. Corrao (Greens): Bocciatura UE è un danno per l’economia e per il turismo targato Meloni e Salvini 

Palermo 18 novembre 2023 – “Il governo di Meloni e Salvini ha commesso l’ennesimo danno per l’economia del territorio, questa volta in materia di concessioni balneari, ricevendo picche dalla Commissione Europea e concretizzando il rischio di nuove sanzioni che ovviamente pagheremo noi cittadini. Oggi la maggioranza si dice scandalizzata quando avrebbe potuto evitare questo disastro, occupandosi realmente del riordino della materia ed elaborando allo stesso tempo un pacchetto di tutele per i concessionari uscenti”. 

A dichiararlo è l’eurodeputato siciliano Ignazio Corrao del gruppo Greens/EFA a proposito del parere della Commissione Europea in materia di concessioni balneari che boccia l’iniziativa del governo italiano in materia di proroga delle concessioni. 

“Da una semplice lettura del contenuto del parere della Commissione – spiega Corrao – si evince la totale inadeguatezza dell’operato del tavolo tecnico nominato dal Governo svoltosi a porte chiuse, nonché un lavoro del tutto incompleto nonostante le diverse riunioni fiume presso la Presidenza del Consiglio con il coinvolgimento di diversi ministeri e autorità. In sostanza l’Europa ricorda al governo italiano che le proroghe indiscriminate delle concessioni balneari impediscono agli stessi enti concedenti di procedere all’emanazione dei nuovi bandi”.

“Ovviamente a causa di queste scelte superficiali e autocratiche degli esponenti del centrodestra – continua Corrao – arriva la morte annunciata di uno dei settori trainanti dell’economia italiana e siciliana. Il governo italiano piuttosto che pensare a come salvaguardare i concessionari uscenti, i lavoratori del settore e ad una riforma vera, in grado di prevedere idonee procedure di selezione dei concessionari, ha perseverato nella propria e generica linea di non scarsità delle risorse, provocando un nuovo limbo per il settore e ovviamente per migliaia di imprese e famiglie. Nel frattempo da parte del centrodestra che guida molte regioni, tra cui la Sicilia, vige il silenzio assoluto, probabilmente per l’imbarazzo di essere complici di un governo nazionale incapace e saccente” – conclude l’eurodeputato siciliano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *