catania

Germanà conquista Messina, De Luca emigra a Monza

Germanà conquista Messina, De Luca emigra a Monza di Giovanni Frazzica, tratto da I VESPRI

Incredibile ma vero: la Lega è diventata il primo Partito al Comune di Messina. Nei giorni scorsi infatti il sen. Nino Germanà ha formalizzato l’acquisizione di tre nuovi consiglieri comunali che si aggiungono ai due conseguiti in campagna elettorale e la Lega, con cinque esponenti, diventa il partito più consistente a Palazzo Zanca. In pratica è ormai evidente che non esiste più quella maggioranza 20 + iva sbandierata da Cateno De Luca dopo l’elezione del sindaco Federico Basile. A passare con il Partito del Carroccio i consiglieri Giulia Restuccia, Emilia Rotondo e Mirko Cantello, tutti provenienti dal Gruppo Misto. Per Cantello in realtà si tratterebbe di un ritorno in quanto proveniente dalla esperienza leghista. Nino Germanà, nel corso della presentazione del nuovo Gruppo consiliare, manifestando palesemente la propria soddisfazione, ha affermato: “Grazie all’impegno del vicepremier Matteo Salvini, che sta concretizzando opere fondamentali per il Sud e per il nostro territorio, come il Ponte sullo Stretto, è ormai evidente che il Movimento stia raccogliendo sempre più adesioni, attraendo una classe dirigente alla ricerca di concretezza, dentro una realtà politica senza divisioni. In autunno la famiglia della Lega continuerà a crescere (si prevedono nuove adesioni) e non mancheranno le iniziative volte a far conoscere il lavoro che stiamo facendo, contando sulla sinergia tra Parlamento e Assemblea regionale siciliana (domani sarà annunciato il passaggio di un parlamentare regionale da Sicilia Vera al Gruppo Lega). Fatti concreti per Messina e per tutta la Sicilia”. Alla conferenza oltre ai nuovi cinque consiglieri del nuovo Gruppo hanno partecipato anche l’Assessore all’Agricoltura Luca Sammartino ed il deputato regionale Giuseppe Laccoto. Su fronte opposto si registra invece l’annuncio di una candidatura alle suppletive per il collegio senatoriale di Monza, resosi disponibile a seguito della scomparsa del sen. Silvio Berlusconi, di Cateno De Luca che si vorrebbe intromettere nella contesa tra Adriano Galliani e Marco Cappato. In apparenza sembrerebbe tutto normale, ma pare che De Luca si sia fatto portare un letto nella sede del Comune di Taormina, per non lasciare neanche un istante la sua “amata” città, questa idea di candidarsi al senato di Monza è l’ennesima prova dei suoi percorsi di coerenza. Una candidatura al senato collegio di Monza richiede infatti molto impegno, soldi e soprattutto tempo che, necessariamente, dovrà essere sottratto sua amata Taormina ed alla sua cara Sicilia, di cui afferma sempre di voler fare il Presidente. Certamente il suo movimentismo genera qualche perplessità e, forse, anche un po’ di mal di testa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *