primo piano

Sugli Ufo gli Usa fanno sul serio: ecco cosa hanno deciso

Gli Usa fanno sul serio: cosa hanno deciso sugli Ufo di Federico Garau, tratto da “il Giornale”

Saranno presenti due ex piloti militari e un ex esponente dell’intelligence: sia repubblicani che democratici spingono per rivelare la verità. Il deputato repubblicano Tim Burchett si fa portavoce di una richiesta avanzata da numerosi rappresentati del Congresso Usa i quali, in vista dell’audizione alla Camera in calendario mercoledì prossimo, chiedono al governo e alle forze armate di fornire tutte le informazioni a loro disposizione sugli Ufo, occultate per anni per questioni di pubblica sicurezza.

Durante l’audizione del 26 luglio interverranno anche Ryan Graves e David Fravor, due ex piloti che hanno dichiarato di aver più volte visto degli Ufo di persona. Sarà presente anche l’ex esponente dell’intelligence David Grusch, il quale lo scorso giungo aveva rivelato che il governo aveva avviato un programma segreto di recupero degli Ufo dopo aver ritrovato un “velivolo alieno parzialmente intatto con resti non umani”.

Tim Burchett ha affermato di essere sicuro al 100% che il governo federale stia coprendo i documenti in grado di fare luce sulla questione Ufo. L’audizione di mercoledì “sarà diversa dalle altre”, ha assicurato il deputato. “Abbiamo richiesto documenti, siamo andati a interrogare i piloti e siamo stati ostacolati dal nostro Pentagono“, ha affondato Burchett sabato pomeriggio durante un’intervista concessa a Fox News, “è ridicolo, vanno avanti così dagli anni ’40”. “We are taking the gloves off”, ha concluso il deputato: un’espressione che letteralmente si traduce con “ci stiamo togliendo i guanti”, ma che in realtà significa “stiamo facendo sul serio”.

I legislatori di entrambe le camere del Congresso hanno intensificato di recente i loro sforzi per ottenere maggiori informazioni da governo e militari con l’obiettivo di consentire agli americani di comprendere meglio il fenomeno Ufo. Il leader dei democratici in Senato, Chuck Schumer, ha infatti proposto un disegno di legge al National Defense Authorization Act per rendere pubblici tutti i documenti ufficiali collegati ai fenomeni aerei non identificati.

“Il popolo americano ha il diritto di conoscere tecnologie di origini ignote, intelligenza non umana e fenomeni inspiegabili”, ha detto Schumer parlando del suo disegno di legge, come riportato da “politico.com”.”Non stiamo solo lavorando per declassificare ciò che il governo ha appreso in precedenza su questi fenomeni, ma per creare una ‘pipeline’ per la ricerca futura da rendere pubblica”.

Il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale John Kirby ha dichiarato lunedì scorso alla conferenza stampa della Casa Bianca che l’amministrazione Biden sta prendendo sul serio la questione Ufo. “Il Pentagono ha istituito un’intera organizzazione per aiutare a raccogliere e coordinare la segnalazione e l’analisi di avvistamenti di Uap attraverso l’esercito”, ha detto Kirby. “Prima di allora, non c’era davvero uno sforzo coordinato e integrato per farlo”. Ciò nonostante, Burchett non si fida.”Non stanno dicendo la verità”, ha spiegato il deputato repubblicano,”le udienze che hanno avuto sono state fasulle”. – tratto da il Giornale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *