Emilia

III Premio Internazionale Fëdor Dostoevskij a Patrizia Zangla*

III Premio Internazionale Fëdor Dostoevskij a Patrizia Zangla* (scrittrice, storica, isegna a Parma)

Nuovo riconoscimento per Patrizia ZANGLA. Il suo “Silenzio di piombo. Il terrorismo rosso, uomini e donne. Organismi segreti e complicità occulte. 1968-1988, il bilancio” ha conseguito un altro attestato dal 3° Premio Internazionale Fëdor Dostoevskij 2022, istituito da Aletti Editore e Alessandro Quasimodo, letterato, figlio del poeta italiano Salvatore Quasimodo, Premio Nobel per la Letteratura.

Questi gli autorevoli componenti della Giura: Hafez Haidar, Nunu Geladze, Giuseppe Aletti, Alessandro Quasimodo.

Il saggio storico politico ha avuto altri riscontri da qualificate Giurie e dai lettori interessati a questa parte di Storia Contemporanea.

 “Silenzio di piombo”, saggio storico-politico di Patrizia Zangla, è stato definito dal professore Saverio Di Bella – storico, senatore della Repubblica e componente della Commissione d’inchiesta parlamentare sulla Mafia- “il saggio più completo della storia del terrorismo rosso”, Silenzio di piombo presenta molteplici contenuti inediti, ed è “caratterizzato da una scrittura adamantina, leggera come una piuma che all’improvviso cade pesante come una mannaia sulle responsabilità dei potenti perché -come dice sempre il professore Di Bella – la storica Zangla è al servizio della verità, come emerge dalle sue ricerche. Silenzio di piombo ha un posto di rilievo, approfondito e critico, affascinante e inquietante su vent’anni di storia – 1968 / 1988- sin dall’incipit sorprendente, perché la prospettiva dalla quale l’autrice avvia la narrazione è la fine di quelli che sono stati battezzati gli anni di piombo, cioè dal momento in cui le Brigate Rosse dichiarano chiusa la fase della lotta armata”.

“Silenzio di piombo” è stato acquisito dall’Università di Vienna, ha ricevuto altri riconoscimenti: il primo Premio della Fondazione “Mario Luzi 2020” (Roma), Concorso posto sotto l’alto patrocinio delle massime istituzioni italiane ed europee (Presidenza della Repubblica, Unesco, l’Accademia della Crusca, Ministero Beni Culturali Università e Ricerca, CRUI (Conferenza Rettori Università), ALI Associazione Librai Italiani), il Premio “Nabokov 2020”(Lecce) e il Premio Firenze- Europa (Firenze) 2021.

Breve profilo di Patrizia Zangla. Nata a San Candido (Bolzano), vive a Parma, docente, storica-saggista, giornalista pubblicista. Specialista di Storia Contemporanea, attenta ai temi dei totalitarismi e della cultura di Genere. Molte le pubblicazioni accademiche. Responsabile dei Progetti Educativi del Centro Studi Chimici-Falcone, diretto da Saverio Di Bella (Università di Messina). Ha collaborato con La Gazzetta del Sud di Messina; ha realizzato mostre storiche internazionali. Con Leone (Milano) ha pubblicato: 1943-1945, l’Italia in camicia nera. Storia e costume dall’Italia fascista alla Resistenza (2014) acquisito dalla Biblioteca del Senato. A un figlio, amoroso  giglio, saggio storico-pedagogico (2015). I Neri e i Rossi, le trame segrete, 1964-1982, la strategia della tensione, le Brigate Rosse, il Caso Moro (2017) acquisito dall’Università di Toronto (Canada), il cui compendio è stato tradotto in lingua inglese. Molti i riconoscimenti, si segnalano: Primo Premio Istituto di Cultura di Napoli, Primo Premio Franz Kafka (2016), Premio Firenze (2017), finalista al Premio Città di Como, Segnalazione al Premio Internazionale Mario Luzi 2019, Primo Premio Mario Luzi 2020, Premio Nabokov (2020). I volumi storici di Patrizia Zangla sono stati acquisiti da molte Università internazionali degli Stati Uniti, del Canada e dell’Europa. Fra gli Atenei figurano: Biblioteca Universitaria di Genova, Università degli Studi Alma Mater Studiorum di Bologna, Università degli Studi Roma Tre, Università Polo Pisano, Università Terre di Liguria, Università degli Studi di Cagliari, LUMSA – Libera Università Maria SS. Assunta, Università degli Studi di Messina, Università della Calabria, Università degli Studi di Sassari, Università di Siena, Università degli Studi di Napoli Federico II. Molti anche gli Atenei internazionali, in questo elenco figurano: Universitätsbibliothek Vienna, Alma Mater Rudolphina Vindoboneensis Vienna, Universiteit van Amsterdam (Olanda), Université de Grenoble Bibliothèque Univ. Droit-Lettres (Francia), Stanford University, Harvard University, Columbia University, New York University, University of California – Berkeley, University of Minnesota Libraries, University of Notre Dame, Brigham Young University, Duke University, Middlebury College Library, Texas Christian University, University of North Carolina, University of Manitoba (Canada), University of Toronto, Library of Congress e New York Public Library.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *