calabria primo piano

Cisl, Ponte: 100mila posti di lavoro ed è green

MESSINA Evento Cisl: Il Ponte darà 100 mila posti di lavoro e sarà green

“Abbiamo fatto esattamente quello che hanno fatto Conte e Draghi. O erano distratti quando la stessa cosa veniva fatta da Draghi e Conte e loro erano al governo, oppure hanno cambiato idea. Detto questo, a me interessa spendere bene e spendere tutte le risorse del Pnrr e tutti gli organi dello Stato devono remare nella stessa direzione. Sarà importante il ruolo di controllo della Corte dei conti, così come gli altri organismi istituonali. Nessun conflitto, si lavora. Sarà importante il ruolo di controllo della Corte dei conti, così come gli altri organismi istituonali. Nessun conflitto, si lavora bene e si tira dritto”. Lo ha detto il ministro e vicepremier Matteo Salvini a margine del convegno sul Ponte di Messina organizzato dalla Cisl a Messina. “Dove c’è lavoro e speranza, fiducia, soprattutto per i giovani la mafia e la ndrangheta non attecchiscono. Il Ponte di Messina sarà la più grande operazione antimafia di questi 50 anni”. Lo ha detto il ministro e vicepremier Matteo Salvini a margine del convegno sul Ponte di Messina organizzato dalla Cisl a Messina. “Dove c’è lavoro e speranza, fiducia, soprattutto per i giovani la mafia e la ndrangheta non attecchiscono. “Da vicepresidente del Consiglio ho bisogno di Forze sindacali che si siedono al tavolo ma non già hanno deciso di dire di no pregiudizialmente come la CIsl. Magari su alcune cose dirà anche di no ma non lo farà già in modo predeterminato. Ringrazio anche il gruppo Caronte e Tourist, che hanno dimostrato di vederci lungo. Sarà il ponte a campata unica più lungo del mondo ed un grande attrattore turistico, sarà importante sfruttare anche turisticamente questa infrastruttura. Ho voluto farlo perché era nel programma elettorale, poi perché è dal 1971 che se ne parla e ad opera finita costerà meno del reddito di cittadinanza. Sarà poi un’opera green ci sarà mancata immissione in aria e acqua di inquinanti. Sarà un’opera che porterà grande sviluppo per Sicilia e Calabria, sarà una calamita di investimenti incredibile. Ogni giorno valuto i costi fino al 2032 e spero che tutte le altre opere infrastrutturali dovranno essere ultimate. Chiudiamo un contenzioso che sarebbe potuta costare diversi miliardi. Sarà il ponte per tutti gli italiani, in Europa quando si sono resi conto che andavamo avanti molti si sono avvicinati per investire capitali stranieri. A fine anno ci saranno i primi miliardi. Non sarà facile. Investimenti come quelli a bilancio non ci sono più dal dopoguerra. Mi aspetto da tutti enti stato atteggiamento critico ma propositivo e positivo. Mi hanno detto che disturbiamo gli uccelli migratori e la fauna marina ma non sono mica stupidi gli animali. Bisogna anche dubitare ma non tanto per farlo. Noi abbiamo fondi che sono di più del Pnrr e mi auguro che possiamo spendere più di quelli previsti: il ponte o un viadotto non è di Destrano Sinistra. Ma mi auguro che sullo sviluppo ci sia unità “. Sul ponte Renato Schifani ha detto : “Il ponte costerà 13 miliardi poi sarà compito del Governo stabilire quanto verrà finanziato con i fondi stanziati e quanto verrà dai ricavi dell’attraversamento. Sicuramente il ponte non può rimanere una cattedrale nel deserto lavoreremo per l’alta velocità Palermo Messina. Lavoreremo perché il corridoio di Berlino,che si era interrotto con il taglio del ponte da parte dei governi precedenti, possa essere realizzato. adesso si ripristina il ponte e si ripristina l’alta velocità che arriva sino a Palermo ho già preso i contatti con Rfi. Sulla Palermo Catania invece oggi verrà assegnato un importante lotto Alacara Fiume Torto con questo tutti i lotti risultano aggiudicati e inizieranno i lavori entro l’anno. Questo è importante traguardo che si raggiungerà e c’è la ferma volontà di Rfi e della Regione con una velocità media di 200 km”. Il Ponte è un’opera infrastrutturale strategica per tutta l’Italia che può rendere ancora piu’ importante la Calabria e la Sicilia nel Mediterraneo che sta diventando via via piu’ centrale. Sarebbe davvero un peccato che quest’opera cosi strategica per tutto il Paese non si facesse. Saluto con favore la determinazione del ministro Salvini che ha ripreso in mano questo dossier e credo che sia la volta buona perché il ponte si possa davvero realizzare. Il ponte sarà un’opera strategica che creerà ricchezza per i calabresi e i siciliani, se si fosse parlato di espropriazioni come problemi per fare le infrastrutture oggi non avremmo nessuna strada e autostrada quindi è normale che facendo un Ponte ci saranno di prezzi da pagare ma il Ponte ha un saldo decisamente superiore in termini positivi sia per i calabresi che per i siciliani”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *