primo piano

L’attacco sessista contro Matilde Siracusano crea disgusto

Cateno De Luca ha lanciato accuse esplicite nei confronti della deputata Matilde Siracusano. «Sei stata messa in un collegio blindato a Bagheria – ha detto De Luca – Candidati in consiglio comunale come sto facendo io, vediamo quanti voti prendi, così ci sfidiamo. Tu che non rappresenti Messina, che sei stata blindata in un collegio non si sa per quale motivo. Con tutto il rispetto tu prima di diventare deputato eri nessuno. In FI i collegi blindati si danno per un determinato motivo: spiega perché hai avuto il collegio blindato a Bagheria, per quali meriti? Sei stata consigliere comunale, sei stata assessore sei stata sindaco che c.. sei stata in passato? Io lo so ma aspetto che lo dica tu, quali erano i tuoi rapporti e le tue relazioni». Pronta la reazione nel centrodestra: «Cateno De Luca ha attaccato in modo scomposto e inaccettabile Matilde Siracusano, deputata di FI e assessore designato della prossima Giunta comunale di Messina. De Luca insulta pesantemente la Siracusano, ammiccando con gravissimi gesti sessisti, insinuando ripugnanti volgarità e, come se non bastasse, condendo il tutto con mezze frasi, avvertimenti e toni tipici del linguaggio mafioso» hanno accusato gli altri assessori designati della giunta Croce, Antonio Barbera, Giuseppe Grazia, Francesco Rella e Santi Trovato. «Quale sarebbe, ad opinione di De Luca, la colpa di Matilde? – dicono gli assessori designati – Forse essere una donna, anche di bell’aspetto, che dunque nella visione stucchevole dell’ex sindaco avrebbe scalato le vette della politica nazionale attraverso supposti favori sessuali? Questo, in sintesi, il messaggio chiave – abominevole – del “ragionamento” fatto da un ex sindaco ormai totalmente fuori controllo. Un passaggio – l’ennesimo di una lunga sere – semplicemente deplorevole e imbarazzante, che condanniamo con nettezza e con determinazione. Matilde è un importante esponente politico del nostro partito, preparato e serio, una donna impegnata a livello parlamentare e attenta alle necessità del suo territorio. Per questo, gode della stima di tutti. Risultano risibili e volgari le considerazioni, anche di altra natura, pronunciate dall’ex sindaco che vorrebbe tornare a rappresentare la città» ha detto Paolo Barelli, presidente dei deputati di FI. – tratto da La Sicilia on line

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.