Milazzo

Milazzo, Italiano: a p. Cutropia piazza chiesa di Ciantro

Lorenzo Italiano propone di intitolare a padre Cutropia la piazza antistante la chiesa di Ciantro

Il capogruppo di “Lorenzo Italiano sindaco”, Lorenzo Italiano ha presentato una mozione con la quale chiede l’intitolazione della piazza antistante la nuova Parrocchia della “Trasfigurazione” al compianto padre Cutropia. Il consigliere ricorda  che già l’Amministrazione comunale in passato ha riconosciuto la cittadinanza onoraria al compianto don Peppino per il suo instancabile servizio alla comunità cittadina in difesa dei diritti dei diseredati, dei giovani e degli ultimi. “La sua passione per il calcio era cosa risaputa – scrive Italiano -ma suo merito è aver portato a Milazzo svariati sport in campionati professionistici e dilettantistici. Il Nuoto, il ping pong, la pallanuoto. Lo sport come viatico per l’incontro con i giovani e la loro educazione.  Per ultime e non per importanza le sue campagne contro la droga. Padre Cutropia è stato un faro, un padre, un mentore per almeno 3 generazioni di milazzesi che in lui non vedevano solo l’uomo al servizio del Vangelo, ma anche il difensore dei loro diritti. Nonostante negli anni 60 un sacerdote non fosse visto bene alle manifestazioni operaie, egli si mise a fianco dell’allora segretario del partito Comunista il compianto Santi La Rosa, in testa ad un corteo degli operai della “Galileo”.

Riteniamo necessario dare il nostro modesto contributo, intitolando questa piazza a Mons. Giuseppe Cutropia per mantenere sempre viva la memoria di chi ha posto in essere le basi di questo grande comunità che è oggi il “Ciantro”, con un apposito monumento o stele marmorea che ne ricordi la persona e le virtù.

Chiediamo quindi che il Consiglio Comunale, nell’esercizio delle sue funzioni di indirizzo politico-amministrativo, impegni l’amministrazione affinché ponga in essere gli atti necessari all’intitolazione della piazza antistante la Parrocchia della Trasfigurazione (Ciantro) a Mons. Giuseppe Cutropia e lo stanziamento di apposita somma per il monumento o stele marmorea”.

                                                                                        L’Ufficio Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *