Barcellona

Torregrotta, Ximone: pronto il progetto del collettore

Il progetto del collettore fognario di adduzione dei reflui di Torregrotta all’impianto ASI di Giammoro è stato ultimato e nel mese di settembre avrà luogo la gara, con il criterio del minor prezzo, per l’affidamento dei lavori, che dovrebbero essere avviati entro la fine dell’anno.

L’opera ha ricevuto la copertura finanziaria, per € 3.000.000, con delibera CIPE 60/2012 e rientra tra gli interventi previsti nel “Patto per il sud”.

La notizia è stata data ieri pomeriggio dall’ingegnere Riccardo Costanza, in rappresentanza del Commissario straordinario unico per la depurazione, agli amministratori di Torregrotta, Monforte San Giorgio, Valdina e Venetico, presente la Senatrice Barbara Floridia.

Il Sindaco di Torregrotta, si è dichiarato soddisfatto, perché finalmente “si avvia a conclusione una problematica che è causa di trepidazione per gli amministratori che, in ragione della carica, anche non avendone responsabilità come in questo caso (agli atti del Comune c’è una nota a forma del precedente commissario, professore Rolle, con la quale si garantiva l’ultimazione dei lavori per inizio 2021) corrono il rischio di doversi discolpare da un’imputazione per il reato penale di inquinamento ambientale”.

Corrado Ximone ha poi dichiarato che “preso atto della lunghezza dei tempi di realizzazione dell’intervento definitivo, per le ragioni della tutela dell’ambiente e della salute pubblica, avevo avviato subito dopo il mio insediamento una fitta interlocuzione con l’Assessore Contrafatto (all’epoca anche Commissario Straordinario per la regione Sicilia per la depurazione) e con i funzionari della struttura da lei retta per concordare soluzioni idonee per la mitigazione del danno ambientale i quali diedero le indicazioni  per un progetto, redatto dall’UTC e bloccato a Palermo al momento della richiesta di validazione”.

A questo punto attendiamo buone notizie anche dalla conferenza dei servizi che avrà luogo martedì 27 presso l’ufficio del Commissario contro il dissesto idrogeologico, Maurizio Croce, relativa al progetto di riqualificazione del litorale, preda del fenomeno dell’erosione costiera.

“Le attività correlate con la fruizione del mare ed il turismo culturale Torregrotta -ha concluso il Sindaco- possono rappresentare un’opportunità per una terra ricchissima dal punto di vista ambientale e del patrimonio storico-culturale per la ripresa economica post-covid”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *