Barcellona primo piano

Gianluigi Paragone accolto da Giuseppe Sottile

Gianluigi Paragone sbarca a Barcellona accolto da Giuseppe Sottile di Giovanni Frazzica

Barcellona laboratorio della politica messinese. L’Avv. Giuseppe Sottile, 49 anni, ex consigliere comunale di Barcellona, primo dei non eletti alla Camera dei Deputati collegio di Messina, candidato sindaco alle scorse elezioni amministrative, fondatore del movimento Vox Italia, ora Associazione culturale, aderisce alla nuova formazione politica del Sen. Paragone. Sottile entra a far parte del Direttivo Nazionale, ricevendo altresì l’incarico di Coordinatore per la Provincia di Messina. “Ringrazio il Sen. Gianluigi Paragone per la fiducia accordatami. Insieme a tutti i dirigenti di Vox Italia abbiamo deciso di aderire al partito che ci permette dal punto di vista politico, culturale ed ideologico, di proseguire il percorso intrapreso nel 2019. Abbiamo sempre sostenuto che, dopo il tradimento del M5S, che ha totalmente abbandonato le storiche battaglie contro la casta e le posizioni euroscettiche e antiliberiste, divenendo di fatto stampella del Pd, nonché dopo la clamorosa virata europeista della Lega, si sia creato un grande vuoto politico. Moltissimi elettori che avevano fortemente creduto nel cambiamento ed in una vera rivoluzione politica e culturale si sentono disorientati, traditi e abbandonati. E’ fondamentale unire un fronte che ritiene indispensabile ripristinare le sovranità costituzionali, prime fra tutte quelle economica e monetaria, e disincagliarci da questa Unione Europea in cui alcuni Stati la fanno da padrone, facendo valere il proprio potere economico ed imponendo proprie scelte a discapito di altri. Italexit con Gianluigi Paragone è allo stato l’unica forza politica che può raggiungere questo obiettivo, con un leader energico e preparato che ha dimostrato lealtà e coerenza ai principi. Naturalmente – continua Sottile – Italexit non è solo Italexit, è un partito, coerente con le battaglie da sempre sostenute da Paragone, ha nel programma un grande piano di rinascita industriale, battaglie per il lavoro, la Sanità Pubblica, la giustizia sociale, l’ambiente ed il territorio. In Sicilia, dove c’è un forte fermento e si respira grande entusiasmo, insieme al Coordinatore regionale e con tutti gli altri coordinatori provinciali, siamo al lavoro per le prossime elezioni regionali, dove sarà presente la lista Italexit. Una delle battaglie è la modifica della legge regionale per le amministrative nei comuni sopra i 15.000 abitanti, legge indecorosa, modificata nel 2016 da Pd e Crocetta con l’intento di bloccare il M5S (legge ammazzagrillini), col sindaco eletto per trascinamento di tante liste e di fatto sotto continuo ricatto di elefantiache coalizioni messe in piedi dai soliti potentati clientelari”.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *