Caltanissetta

I facili cavalieri di Messina? mi ricordano Verzotto

Gela – Caltanissetta Tanti anni fa, quando vivevo ancora a Gela, ho dovuto accompagnare a Catania un amico che aveva necessità di incontrare il sen. Dc Graziano Verzotto. L’incontro avvenne nella hall dell’Hotel Excelsior e Verzotto mi stupì per la sua enorme gentilezza, ricordo che senza neanche conoscermi mi offrì un sigaro. Al ritorno confidai il mio stupore per quel gesto al mio amico che mi disse: “Ha una riserva illimitata, li offre a tutti”. In seguito seppi che quel politico era il grande elemosiniere della Dc siciliana, il suo motto era un “sigaro ed un sorriso non si nega a nessuno”. Del resto, col passare degli anni, ho incominciato anch’io a masticare un pò più’ di politica ed a capire il significato di un’espressione latina: captatio benevolentiae. Ho sentito dire di tanti politici che hanno usato le tecniche più disparate per catturare il consenso. C’era chi dava scarpe, una prima e una dopo il voto, pacchi di pasta, buoni di benzina, biglietti per il cinema, per lo stadio, per i traghetti, per il teatro. Ma una cosa che si capisce dal contenuto della nota che riporto qui di seguito, che non corrisponde ad una captatio politica in senso classico, ma sempre strana mi sembra, non l’avevo mai vista ne sentita prima d’ora. Questa nota che circola prevalentemente negli ambienti di cittadinanzattiva siciliani dice: “Carissimi amici, ho il piacere di comunicarvi che il Prefetto della Provincia di Messina, dott.ssa Cosima Di Stani, ha comunicato alla nostra amica Pia Cappotto, che in relazione al conferimento, avvenuto su proposta del sottoscritto, dell’Onorificenza di Cavaliere dell’Ordine “Al merito della Repubblica Italiana”, il prestigioso riconoscimento le verrà consegnato il prossimo 27.5 nel salone di Rappresentanza del Palazzo del Governo. Pia Cappotto si aggiunge ai nostri amici che hanno già ottenuto tale riconoscimento, Mimmo Interdonato, Silvana Paratore, Angela Rizzo e Tina Polonia. Rimangono in fase di avanzata elaborazione le proposte di conferimento, sempre da me motivate, per i grandissimi meriti acquisiti da Piero Materia nella gestione del TDM nell’Ospedale di Patti e come coordinatore della più numerosa Assemblea Territoriale della provincia di Messina e di Marcello Tedros, etiope di origine ma orgoglioso di essere italiano, perfettamente integrato nella comunità eoliana dove coordina l’A.T. e cugino dell’attuale direttore generale dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus. Un caro saluto Pippo Pracanica”. Chissà perchè, mi ricorda i sigari di Verzotto, un titolo di cavaliere non si nega a nessuno, basta compilare un modulo e fare qualche  telefonata ed il gioco è fatto. Ma i meriti, i curricula? Garantisce Cittadinanzattiva. Alla prossima riunione provinciale dei Coordinatori 7 su 15 saranno cavalieri, una bella concentrazione, è auspicabile che ci sia una bella tavola rotonda e la Segretaria nazionale di CittadinanzAttiva, Annalisa Mandorino, sarà felice certamente felice di tutto questo. Franco Scicolone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *