Cultura

Perchè diciamo “marca cavallo” per indicare un oggetto di scarsa qualità?

Perchè ancora oggi diciamo “marca cavallo” per indicare un oggetto di scarsa qualità?

Da tempo immemorabile “marca cavallo” è un modo per definire un oggetto o un prodotto di scarsa qualità. Recentemente l’architetto Nino Principato ha voluto svelare i retroscena di questo modo di dire, entrato nell’uso comune agli inizi del novecento ed ancora ripetuto, senza che la gente conosca il collegamento con la fonte che lo ha ispirato. In realtà “Marca Cavallo” si riferiva a una ditta napoletana che produceva calzature vendute, cose da non credere, anche nella città di Milano. Nonostante l’assicurazione “Durata senza pari”, le scarpe si rivelarono un autentico pacco. Da qui il modo di dire, quasi proverbiale, per designare un oggetto di scarso valore. Modo di dire che risale a prima del terremoto dal momento che la pubblicità che pubblichiamo nella foto è stata tratta dalla “Domenica del Corriere” del 28 luglio-4 agosto 1907.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *