Santa Teresa di Riva

A Santa Teresa commercio illecito di vaccini?

Santa Teresa di Riva, un sedicente intermediario di vaccini AstraZeneca denunciato per tentata truffa e sostituzione di persona. Si sta ancora cercando di far luce sulla posizione di un cinquantenne di Santa Teresa che avrebbe subito una perquisizione nelle prime ore della mattinata di sabato 6 febbraio.

Infatti i Carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Perugia, in collaborazione con i colleghi del NAS di Catania e del Comando Provinciale di Messina, ed in particolare con i militari dell’Arma della Compagnia di Taormina, hanno effettuato  una perquisizione disposta dalla Procura della Repubblica di Perugia presso l’abitazione del sedicente intermediario di “Astrazeneca Internazionale” che, a quanto risulta, nei giorni scorsi, addirittura prima dell’approvazione da parte di EMA (Agenzia Europead delFarmaco), aveva tentato di proporre la vendita di una fornitura di vaccini anti Covid-19 direttamente alla Regione Umbria.

L’uomo, a supporto della sua legittimazione affermava (sempre falsamente) l’interesse di altre regioni italiane all’acquisto, avrebbe fornito anche credenziali e  varia documentazione certificativa di Paesi stranieri, sui quali sono in corso indagini in relazione alla loro genuinità. Gli inquirenti stanno effettuando ulteriori approfondimenti sulla vicenda e sulle dichiarazioni rese dall’indagato. Si sta cercando, tra i vari aspetti, di appurare se il soggetto interessato dalla perquisizione abbia agito da solo o se vi siano state altre persone collegate ai fatti in questione.

L’Azienda farmaceutica anglo-svedese, impropriamente coinvolta da un pseudo intermediario santateresino, ha disconosciuto ogni rapporto contrattuale al di fuori di quelli stipulati con le Autorità Governative e sta anche valutando se procedere per le vie legali per meglio garantirsi.

Nel corso della perquisizione, i militari hanno sottoposto a sequestro materiale informatico e documentazione di notevole interesse investigativo. Intanto le indagini proseguono alacremente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *