Santa Teresa di Riva

Furci Siculo, manca l’acqua e anche la democrazia…….

A Furci Siculo manca l’acqua…….. e manca anche la democrazia…….

Da circa una settimana in via Cesare Battisti per mezza giornata (a volte anche più) manca l’acqua, ma da parte del Sindaco e degli amministratori c’è silenzio assoluto. Nessuna comunicazione! Nessun preavviso! I cittadini di via Cesare Battisti,  non vengono presi in considerazione, quasi come se fossero cittadini di serie B e sono costretti a enormi disagi senza che nessuna li risarcisca. Eppure la pagina facebook del Sindaco continua ad essere piena di proclami e annunci, riguardanti argomenti che probabilmente interessano solo qualche cittadino…, o forse non interessano nessuno; come l’annullo filatelico di stamattina. Ma l’aspetto più grave della vicenda, resta il modo con cui vengono trattati i cittadini e, non per ultimo, anche il fatto che molti di essi siano stati “bannati” dalla pagina facebook del Sindaco, in quanto non in sintonia con le sue idee. Ebbene si…., a Furci esiste questo tipo di atteggiamento! Chi non è elettore del partito del Sindaco…, o si “permette il lusso” di contestare l’operato dell’amministrazione…, viene bloccato definitivamente dalla pagina del Sindaco. Un atteggiamento antidemocratico e non consono ad un uomo delle istituzioni. Dobbiamo tenere presente che la pagina del Sindaco è una pagina istituzionale, attraverso la quale vengono date informazioni riguardanti: la viabilità, lo stato di salute dei cittadini, la mancata erogazione di un servizio, ecc. Bloccare un cittadino da una pagina facebook istituzionale, significa precludere a quel cittadino la possibilità di accedere ad informazioni importanti! In democrazia…, anche chi la pensa diversamente o chi non condivide alcuni aspetti dell’operato di un amministrazione, deve avere pieno diritto di accedere alle informazioni. La negazione di tale diritto, viola un principio fondamentale della democrazia, principio secondo il quale: ognuno può esprimere liberamente le proprie idee. Nessuno può essere trattato da cittadino di serie B, e nessuno può subire discriminazioni perché la pensa diversamente! Un atteggiamento di questo tipo, è discriminatorio e antidemocratico. Essere amministratore di una città non da facoltà di considerare la stessa come una proprietà privata; il Sindaco pertanto deve essere il Sindaco di tutti…, anche di coloro che la pensano diversamente…..

Antonio Bertuccelli

Francesco Ucchino

Renato De Luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *