primo piano

Divisa la base del M5S tra Di Matteo e Bonafede

Smarrimento nella base grillina, stare con uno dei propri rappresentanti siciliani al Governo o con una delle figure più amate del movimento? #iostoconbonafede o # iostocondimatteo? Intanto il Ministro Alfonso Bonafede sarà giovedì alla Camera per il question time. Faraone esclude un suo intervento.  Per Bonafede, sul caso Di Matteo, la prossima tappa sarà quella della Camera, il question time di giovedì, per ora niente commissione Antimafia. Salvini non formalizza la mozione di sfiducia da presentare al Senato, dove si sfilano i renziani con il capogruppo Faraone che dice “nessuno tocchi Bonafede”. Ma è al Csm, dove l’ex pm Nino Di Matteo è consigliere togato, che si apre la querelle sulla sua denuncia in tv sul fatto che il ministro della Giustizia non lo abbia nominato al Dap nel 2018 dopo averglielo proposto. Sono i tre consiglieri laici indicati in Parlamento da M5S – Alberto Maria Benedetti, Filippo Donati e Fulvio Gigliotti – a rendere ufficiale il loro dissenso. Seguiremo il caso con la dovuta attenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *