economia

Oil & Gas (+0,5%)- Ben intonata Gas Plus (+1,2%)

Oil & Gas (+0,5%)- Ben intonata Gas Plus (+1,2%)

11/12/2019  MKI

Il Ftse Italia Petrolio e Gas Naturale ha archiviato le contrattazioni a +0,5%, rispetto all’andamento flat del corrispondente indice europeo.
Borse europee in miglioramento nella seconda meta’ di seduta, con il Ftse Mib maglia rosa che termina in progresso dello 0,7%, mentre gli investitori sono intenti a valutare le indiscrezioni secondo cui Stati Uniti e Cina si starebbero accordando per rimandare l’ introduzione dei dazi contro Pechino previsti a partire dal 15 dicembre.
Poco mosse le quotazioni del greggio, con i futures su Wti e Brent che, poco dopo la chiusura, scambiano rispettivamente in flessione dello 0,6% e dello 0,5% a 58,7 e a 63,9 dollari il barile, dopo i rialzi della precedente ottava innescati dall’ aumento dei tagli all’ output stabilito dall’ Opec e i suoi alleati.
Sull’ azionario, seduta di consolidamento per le big: Tenaris (+0,3%), Saipem (-0,4%) ed Eni (+0,3%) che ha siglato un protocollo di intesa con il Ministero dell’ Ambiente per la realizzazione di un programma di decarbonizzazione, mitigazione ambientale, riqualificazione e valorizzazione delle aree del sito industriale di Gela.
Inoltre, la societa’ ha annunciato che, in conformita’ a quanto fissato il 26 settembre scorso, Va’r Energi (69,6% Eni e 30,4% HitecVision) ha completato l’ acquisizione degli asset upstream di ExxonMobil in Norvegia.
Poco mosse entrambe le Mid Cap: Maire Tecnimont (-0,2%) e Saras (+0,3%) che ha comunicato il tradizionale aggiornamento settimanale sul margine di raffinazione medio dell’area Mediterranea (EMC benchmark) calato a -3,1 dollari il barile da -2 dollari della settimana precedente. Infine, tra le societa’ a minore capitalizzazione, ripartono gli acquisti su Gas Plus (+1,2%) e D’Amico (+0,9%). – tratto da fineco

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *