editoriale

IL RENZISMO E LE CASEMATTE DI MESSINA

IL RENZISMO E LE CASEMATTE IN PROVINCIA DI MESSINA

Se Antonio Gramsci sosteneva l’esigenza per il movimento operaio di conquistare le casematte della borghesia, meno ideologicamente Matteo Renzi si muove per aggregare avamposti politici ed elettorali.

Così, anche in provincia di Messina, Italia Viva, il movimento dell’ex premier sta conquistando aree di consenso.

Se l’ex deputato regionale Beppe Picciolo con il suo movimento Sicilia Futura, si è immediatamente proposto per un patto federativo (dopo quelli con Pd e altre forze politiche, muovendosi disinvoltamente da destra e sinistra), puntando a qualche ipotetica candidatura futura, appare certa l’adesione di un altro ex deputato regionale, l’attuale sindaco di Brolo Pippo Laccoto, in odore di tornare per via giudiziaria a Sala d’Ercole in danno dell’onorevole Franco De Domenico.

Più che indizi prove del passaggio imminente nelle fila di Italia Viva del politico brolese: l’antica amicizia con il senatore Davide Faraone, luogotenente di Renzi in Sicilia, la partecipazione del “suo” segretario provinciale del Partito democratico, l’avv. Paolo Starvaggi, alla Leopolda e per questo contestato da ben 22 esponenti del vertice piddino di Messina, con in testa il deputato nazionale Pietro Navarra e lo stesso on. De Domenico.

Più sofisticata l’interlocuzione attribuita al professore universitario Maurizio Ballistreri con Italia Viva, in linea con la caratura intellettuale del personaggio. Una lezione alla Scuola politica Futura del sen. Faraone, un contributo scritto alla Leopolda, un confronto programmatico, anche in rappresentanza di diverse organizzazioni sociali, sono la base dell’avvio di una possibile convergenza tra l’ex deputato regionale socialista e Renzi, anche tenendo in considerazione l’alleanza parlamentare tra il movimento del politico fiorentino e il Psi.

Insomma, grandi manovre a Messina sotto il sole, di Renzi….

Salvatore Pinna

  • nella foto l’on. Beppe Picciolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *