politica primo piano

Fiuggi, con Cesa in pieno svolgimento la Festa nazionale dell’Udc

Fiuggi, in pieno svolgimento la Festa nazionale dell’Udc

Lorenzo Cesa

“Vogliamo organizzare meglio il partito dandoci anche migliori assetti regionali. Se abbiamo il coraggio di ripartire, come è stato fatto a Vibo Valentia, ci rilanciamo e possiamo ridiventare un punto di riferimento. Nei Paesi dove non c’è un serio partito di centro le cose non vanno bene. Abbiamo anche un dovere nei confronti del nostro Paese. Possiamo tornare a essere di nuovo protagonisti della vita politica italiana, anche perché l’elettorato oggi non si riconosce più nella guida di questo governo”

Binetti, da Fiuggi per raccontare il Paese che cambia, in meglio

 – “Festa nazionale UDC a Fiuggi tra tradizione e innovazione, come recita il programma. La tradizione e’ nel clima umano dei rapporti tra gente venuta da tuta Italia: simpatia, rispetto, voglia di condividere nuove prospettive e fastidio davanti ad una politica aggressiva e involgarita. Qui c’e’ aria di famiglia, nella consapevolezza di chi sta vivendo una stessa avventura. Non ci sono i lunghi coltelli di alcuni gruppi, ne’ le strategie volte a sovvertire l’ordine delle cose. C’e’ voglia di fare e di mantenere una visione alta della politica come servizio… Forse proprio per questo la novita’ sono i giovani… sono tornati con il loro entusiasmo, con le loro reti, anche quelle in formato digitale. Ma ci sono e vogliono fare politica. Negli ultimi anni se n’erano visti pochi, Ma quest’anno ci sono, con il loro giovane Leader, Marco Martino, sindaco a 28 anni e determinato a far sentire il peso della sua generazione. Ci sono tanti amministratori locali, con le loro preoccupazioni concrete, ma anche con il loro impegno concreto su territori spesso difficili, a corto di risorse e ricchi di problemi. C’e’ in definitiva uno spaccato dell’Italia migliore, quella che sa essere inclusiva, ma in termini di concretezza. Quella che non si chiede se accogliere, ma come accogliere e come venire incontro ai bisogni di tutti, italiani e non italiani; giovani e meno giovani; sani e malati”. Lo dice la senatrice Paola Binetti, UDC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *