primo piano

Stefano Parisi vuole disegnare una Forza Italia senza Genovese?

Stefano Parisi vuole disegnare una Forza Italia senza Genovese?

Gianpiero D’Alia è intenzionato ad andare verso il Pd, non si sa se direttamente, o se attraverso passaggi intermedi simili a quelli di Sicilia Futura. Accusato, a torto o a ragione, di aver gioito delle disgrazie di Cuffaro, ritiene di aver lasciato definitivamente quella sponda e ora di essere costretto anche a bruciare i vascelli, rappresentati ormai dal labile ed ambiguo rapporto con l’Udc di Lorenzo Cesa, partito di cui è ancora presidente. Secondo raffinate elucubrazioni di ingegneria politica, l’eventuale spazio che D’Alia lascerebbe libero nel partito di Cesa, benvisto in Sicilia anche dagli amici di Cuffaro, potrebbe essere ricoperto per la provincia di Messina dal potente duo rappresentato dai cognati deputati Genovese e Rinaldi che attualmente sono parcheggiati in Forza Italia, dopo lo strappo col Pd, ma che nei prossimi mesi potrebbero trovarsi in serie difficoltà per via della loro situazione processuale. Le posizioni simili alle loro non sono infatti viste di buon occhio da Stefano Parisi, l’uomo incaricato da Berlusconi di ridisegnare Forza Italia e che sta svolgendo il suo ruolo dignitosamente, cercando di dare credibilità al partito. Quindi per i due cognati si preparerebbe un nuovo amaro trasloco, sempre più faticoso, finalizzato alla sopravvivenza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *