Barcellona primo piano

De Domenico perde il ricorso, in Ars rientra Laccoto

Giuseppe Laccoto torna all’Assemblea Regionale:

 la Corte d’Appello respinge il ricorso di De Domenico

ESULTA BEPPE PICCIOLO, LEADER REGIONALE DI ITALIA VIVA
Il Sindaco di Brolo Giuseppe Laccoto torna all’Assemblea Regionale Siciliana. Lo ha sancito la prima sezione Civile della Corte d’Appello di Palermo, presidente Antonio Novara, che ha respinto in via definitiva il ricorso del dott. Francesco De Domenico che, al momento della candidatura all’Ars, non si era dimesso dall’incarico direttore generale dell’Università di Messina entro i termini previsti dalla legge. Come si ricorderà, nell’ottobre 2018 il Tribunale di Palermo, in primo grado aveva già dichiarato ineleggibile De Domenico seppur con una sentenza non esecutiva. Nel giugno 2019, la Corte Costituzionale aveva stabilito l’ineleggibilità di De Domenico, sancendo la sostituzione all’Ars con Giuseppe Laccoto. Il dott. Franco De Domenico si era nuovamente appellato e oggi è stata notificata l’ennesima sentenza che ha rigettato il ricorso condannando lo stesso De Domenico alle spese processuali e a liquidare 15mila euro a ciascuna delle parti costituite in giudizio.

“Si giunge finalmente a scrivere la parola fine ad una vicenda politica e giudiziaria lunga e tortuosa, rallentata anche dall’emergenza Covid. Ma ho sempre avuto massima fiducia nella giustizia – commenta l’on. Laccoto. In questi due anni che mancano alla fine della legislatura sono comunque pronto a spendermi da parlamentare regionale al servizio della comunità di Brolo, del comprensorio dei Nebrodi e dell’intera Provincia di Messina: sono tanti i temi che attendono di essere affrontati, dalla sanità a tutte le altre emergenze”.

Il Gruppo del Pd ora avrà un deputato in meno.

  • nella foto l’on. Picciolo
Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *