Barcellona

Milazzo, Damiano lascia la Salmeri Franz e Ciccio tirano il Pd

Milazzo, Maisano lascia la “Nino Salmeri”, Napoli e Italiano tirano il Pd

Dopo 10 anni di presidenza Damiano Maisano ha lasciato la guida della storica Associazione pescatori “Nino Salmeri”. Maisano, come è noto, corre per la carica di sindaco e rappresenta la Lega alle amministrative del 4 e 5 ottobre, quindi è doveroso separare, almeno in questa fase, le due posizioni. «Ritengo che per correttezza fosse giusto fare un passo indietro – ha dichiarato Maisano – anche per evitare polemiche e strumentalizzazioni che potessero nuocere all’Associazioni alla quale ho dedicato 10 anni della mia vita, mettendo in primo piano gli interessi dei pescatori». Nelle more dell’elezione di un nuovo presidente che, secondo statuto dovrà essere eletto entro 30 giorni, a reggere il sodalizio sarà Fabio Risitano. Andando a curiosare nelle fila della compagine che con grande sofferenza è riuscita a determinare la sua partecipazione a questa campagna elettorale, grazie anche alla generosa disponibilità dell’ing. Gioacchino Abbriano candidato sindaco, pare che la lista abbia al suo interno due forti cavalli da tiro: uno è Ciccio Italiano, vecchio militante della sinistra milazzese, vice sindaco in carica e leader di Articolo 1, la componente che fa lista col partito di Zingaretti; l’altro potente cavallo da tiro della lista dovrebbe essere Franz Napoli, in passato consigliere comunale, insegnante di educazione fisica, sposato con una insegnante ed in attesa di un lieto evento, animalista convinto e appassionato di cani e cavalli, politicamente di estrazione Pd. C’è da dire che, al netto del ritardo determinato dalle liturgie tipiche che questi partiti hanno ereditato dalle tradizioni della sinistra italiana, cui si sono sommate le difficoltà politiche e personali di alcuni elementi, questa lista, a differenza di altre, ha comunque una sua identità e può partecipare dignitosamente a questa campagna elettorale.

  • Nella foto Franz Napoli
Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *