Barcellona primo piano

Barcellona, c’è già il 3° incomodo Sottile candidato

BARCELLONA, Sottile non si arrende, la buona politica si può fare. Il rappresentante di Vox ha presentato la sua candidatura a Sindaco di Barcellona P.G. Fino ad ora sono in tre a contendersi la poltrona di primo cittadino: Antonio Mamì. per in centrosinistra, Pinuccio Calabrò, centrodestra, e l’avv. Giuseppe Sottile, leader del movimento Vox.

Ecco quanto ha dichiarato oggi Sottile in conferenza stampa:

Ho deciso di scendere in campo e candidarmi a sindaco della mia città per dare ai cittadini barcellonesi una terza via tra un centrodestra che ripropone le medesime stantie logiche spartitorie di cinque anni fa ed un centrosinistra inconcludente e rinunciatario, che dopo il fallimento dell’esperienza amministrativa non è stato mai all’altezza di una opposizione seria e incisiva.

Ho apprezzato i numerosissimi sostenitori che, più o meno riservatamente, mi hanno incoraggiato a prendere una decisione in fondo molto semplice per chi, come me, è innamorato della propria città e soffre terribilmente per l’incuria, l’abbandono, la mancanza di sensibilità e di rispetto verso l’ambiente e il territorio; per chi non si capacita e non vuole arrendersi di fronte all’incompetenza di chi amministra e all’arroganza di chi gestisce il potere; per chi ha sempre seguito un ideale di rettitudine e di lealtà ed ha sempre convintamente creduto che la buona politica si può fare.

Cosa ci si può attendere da chi imbastisce un esercito di candidati con l’unico scopo di vincere facile eludendo il confronto politico col mezzo del trascinamento delle liste, facendosi supportare da tre deputati regionali che non sono mai andati d’accordo e mai lo faranno per evidenti ragioni caratteriali e di competizione, ed accendendo debiti a fondo perduto con tutti i capi elettori, la maggior parte dei quali rimarranno inevitabilmente delusi?

Tutto ciò non credo sfugga ai barcellonesi, così come non sfugge il fatto che la coalizione di centrodestra si ponga in perfetta linea di continuità con un’amministrazione uscente deludente e insipiente, lontana anni luce dai cittadini.

Con il mio staff, con i candidati e con tutte le persone che si stanno avvicinando spinte dal desiderio di impegnarsi per la città stiamo elaborando il miglior programma possibile, ed in tal senso nei prossimi giorni avvieremo consultazioni con le varie categorie produttive, con i commercianti, gli artigiani, gli imprenditori e i vari ordini professionali; con le associazioni culturali, sportive ed ambientaliste; con le cooperative sociali e le comunità religiose, al fine di ascoltare le istanze di tutti.

Ma il punto prioritario è quello di rivoluzionare completamente il sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti. Tutti i nuclei familiari verranno dotati di una card con un sistema di incentivi importanti, che li premia in base alla percentuale di differenziazione dei rifiuti stessi, con particolare attenzione alle aziende soggette ad oggi ad un sistema totalmente iniquo”.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *