primo piano

Policlinico, il commovente addio di Laganga dopo 12 anni


Il Direttore generale del Policlinico dr. Giuseppe Laganga, che dal 1° luglio lascerà l’incarico, nel corso di un incontro con la stampa, con i docenti e con il personale dell’azienda, ha tracciato un bilancio del suo ultimo biennio ai vertici dell’Azienda – prima come commissario e, dal giugno dello scorso anno, nel ruolo di DG – e ha indirizzato un saluto a istituzioni e cittadinanza.

Accanto a lui solo il Rettore, prof. Salvatore Cuzzocrea, mentre attraverso un collegamento Skype, è intervenuto l’Assessore regionale alla Sanità Ruggero Razza. Nel corso dell’incontro si è detto che Il dott. Laganga diventerà direttore degli Istituti Clinici Scientifici “Maugeri” di Pavia.


“Quello di Giuseppe Laganga – ha detto l’Assessore Razza – è stato un mandato di grande qualità e valore. Sono rammaricato per la sua scelta, che però lo porterà ad affrontare un’esperienza sicuramente importante.
Ci sono dei semi che Laganga lascia: penso ai tanti progetti ancora in itinere. Chi verrà dopo avrà sicuramente un compito complicato nel confrontarsi con il lavoro fatto dal suo predecessore, ma avrà accanto una grande Università e un Rettore che ha sempre puntato sul Policlinico. Interpreto l’incarico che il dott. Laganga andrà a ricoprire al Nord come il segno di una bella Sicilia in grado di affermarsi. Il mio non è soltanto un segno di gratitudine nei suoi confronti, ma un sincero augurio”.

“Per me – ha detto il Rettore Cuzzocrea – non è un momento semplice. Ho puntato su Peppe Laganga da subito, da quando ho presentato la mia candidatura. L’ho voluto fortemente per il suo carattere, superando anche delle difficoltà di natura burocratica. Adesso, i fatti ci consentono di dire che la Sicilia perde il più grande Direttore generale che ha nel settore della sanità. Sono orgoglioso per lui. Era al suo primo incarico nell’azienda nella quale si è formato, ha sopportato enormi pressioni e per questo ringrazio lui e le persone che gli sono state vicino.

Dal primo momento gli ho chiesto solo una sola cosa: di fare diventare il Policlinico un grande ospedale. Lo ha fatto benissimo, con grande fermezza. Nella sua gestione il paziente è stato l’unico, vero punto di riferimento e questo è il più grande merito che ha avuto.

Qualcuno mi ha chiesto cosa succederà dopo. Io vi dico che trovare un altro Giuseppe Laganga non sarà semplice. Ma il principio sarà sempre lo stesso: guarderò esclusivamente il curriculum e le competenze dei candidati.

Nel momento dei saluti, da amico, dico a Giuseppe: non me lo dovevi fare, perché sono convinto che nei prossimi quattro anni avremmo realizzato altre grandi cose. Però è altrettanto vero che la sfida che va ad affrontare è prestigiosa e la cosa che più me lo fa apprezzare è che il programma che gli avevo chiesto a inizio mandato di portare a compimento, almeno per il 90% è già stato realizzato”.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *