Barcellona

Barcellona, corsa a 6 con primarie per il dopo Materia

Acque agitate nel centrodestra barcellonese che, dopo la rinuncia del Sindaco Roberto Materia a correre per il secondo mandato, è alla faticosa ricerca di una personalità che possa essere all’altezza del ruolo. Dopo aver fatto la simulazione su diverse ipotesi, la scelta dell’on. Calderone, referente di FI per Barcellona, è caduta sul suo collega avvocato penalista Giuseppe Calabrò, meglio noto col nome di Pinuccio. Sulla carta la vittoria del centro destra nella città del Longano dovrebbe essere scontata, si parla già di ben otto liste in cantiere a sostegno di questa candidatura, ma, siccome a tutti piace vincere facile, ecco che al tavolo principale si vogliono sedere altri soggetti che credono di potere avere voce in capitolo. Si parla in particolare di due donne, Antonietta Amoroso e Ilenia Torre che, a differenza di Calabrò, possono ostentare un curriculum che comprende esperienze di amministrazione attiva presso il Comune di Barcellona. Entrambe sarebbero ben viste dall’on. Pino Galluzzo, che rappresenta sul territorio “Diventerà Bellissima” ed avrebbero il sostegno di altre componenti centriste dell’area di centrodestra, ciò potrebbe portare anche a richiedere le primarie di coalizione. Su questo terreno si trova in una fase molto più avanzata, anche perché ha una maggiore esperienza in materia, il centrosinistra che ha già stabilito la data dove celebrarle, il 29 febbraio e la location: l’Oasi. Candidature ufficiali non ce ne sono, si vocifera qualche nome: David Bongiovanni, Cosimo Recupero e Maria Teresa Collica, l’ex sindaca. Da indiscrezioni si apprende intanto che la riunione di livello provinciale dei partiti del tavolo del centro destra, prevista per venerdì 14 alle ore 17 all’Hotel Principe di Milazzo, potrebbe essere differita a lunedì 17 stessa ora, stesso luogo.

  • nella foto l’ex assessore Antonietta Amoroso
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *