politica primo piano

Batti un colpo di Cosimo Recupero

La situazione politica sembra precipitare. Come avevamo modo di anticipare in un articolo precedente, Salvini vuole far saltare il governo per ottenere due risultati: il primo, evitare di dover mettere mano alla finanziaria con la quale avrebbe dovuto aumentare l’IVA per far pagare agli italiani le sue spese pazze di quota 100, oltre che del reddito di cittadinanza, lasciando questo compito a qualcun altro.

Il secondo risultato, è quello di concentrarsi su una propaganda martellante i cui temi, sicuramente, saranno l’autonomia differenziata, le grandi opere (solo la nord) e la flat tax che, nell’immaginario collettivo, è un abbassamento generalizzato delle tasse, ma che in realtà è un favore fatto solo a chi ha reddito superiori a 26.000 euro l’anno. Chi ha un reddito più basso di questa cifra, invece, si vedrà aumentare il carico fiscale. Ma siccome la propaganda è assillante, nella testa della gente ci saranno meno tasse per tutti.

I cinquestelle si sono assunti una responsabilità gravissima, quella di permettere a Salvini di avere un diritto di tribuna spropositato rispetto alla sua reale forza politica, la qual cosa gli ha permesso di fagocitare il movimento stesso che, alle prossime elezioni, se saranno fra pochi mesi, potrebbero praticamente sparire.

Ma la cosa più assurda in tutto questo è la totale assenza del PD e del suo segretario Zingaretti che, evidentemente, non ha capito la lezione e non ha compreso quanto sia importante la comunicazione politica.

E’ veramente deprimente vederlo e sentirlo in TV, quando la cosa più esaltante che riesce a dire è una frase che credo possa entrare a buon diritto nel Giunness dei primati delle ovvietà: noi siamo l’unica alternativa a Salvini.

E’ ovvio che il PD sia l’unica alternativa a Salvini, visto che tutti gli altri sono con lui, o vorrebbero esserlo. Il fratello del Commissario Montalbano, però, non ha capito che, gli italiani, una alternativa a Salvini non la vogliono, se questa deve essere la squadra campione mondiale di litigio che è di fatto il PD.

Zingaretti, se ci sei batti un colpo. Fai sentire la tua voce. Smaschera il disegno salviniano di far fare la finanziaria lacrime e sangue a qualcun altro. Battiti come un leone, se ne sei capace. Chiama a raccolta tutti: sindaci, assessore, presidenti di regione. Dai loro delle parole d’ordine da ripetere. Falli scendere nelle piazze a fare comizi per spiegare la fregatura della Lega. Costruisci una macchina social sul modello della bestia creata dalla Lega per contrastare le balle del leader del carroccio. Fa’ qualcosa, Santo Cielo. Fa’ qualcosa. Esci da quell’atteggiamento pacioccone che ti contraddistingue e comincia a mostrare i denti. Se vuoi essere l’unica alternativa a Salvini, dai al popolo qualcosa. Altrimenti, sii buono: dimettiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *