attualità primo piano

Taormina, La Paglia e Gaudioso alla festa del Tdm

Inaugurata la sede del Tdm di Taormina. Grandi assenti l’Assessore alla salute, Ruggero Razza, rappresentato dall’avv. Ferdinando Croce, capo di gabinetto dell’Assessorato, ed il Sindaco di Taormina, Mario Bolognari, rappresentato dall’assessore Alfredo Ferraro all’incontro per festeggiare l’apertura della sede presso l’ospedale San Vincenzo di Taormina del Tribunale per i Diritti del Malato, promosso da CittadinanzAttiva. Torna così in attività da questo momento al pianoterra (area ambulatori) uno strumento civico utile al cittadino e nello specifico ai pazienti, che intende contribuire ad una più umana, efficace e razionale organizzazione del servizio sanitario. Erano presenti alla cerimonia inaugurale, oltre al Direttore Generale dell’Asp di Messina, Paolo La Paglia, i vertici di CittadinanzAttiva Antonio Gaudioso, segretario generale dell’Assossiazione, Pippo Greco, segretario regionale, Giuseppe Pracanica, presidente regionale, Giovanni Frazzica, responsabile provinciale dei Tdm, la responsabile della sede di Taormina , Agata Polonia, la Presidente del Comitato consultivo provinciale f.f., Pia Cappotto, il dirigente nazionale Ugo Giummi, il Presidente del Comitato consultivo del Policlinico di Messina, cav. Angela Rizzo, il coordinatore dell’Assemblea Territoriale Messina Centro, Nino Quartarone, il vice-Presidente regionale Concetto Trifilò, il responsabile Tdm di Patti, Pietro Materia ed il direttore del presidio ospedaliero, Gaetano Sirna. A dare la benedizione al TdM il cappellano del presidio ospedaliero, padre Francesco Venuti. “Siamo lieti di questa riapertura del TdM, un organismo di garanzia che è espressione dei cittadini ed è fondamentale per monitorare la qualità dei servizi sanitari erogati”, ha detto il Direttore La Paglia, che tra i suoi primi atti dopo l’insediamento al vertice dell’Asp, ha dato il suo assenso proprio alla riattivazione del TdM al “San Vincenzo”. Antonio Gaudioso ha sostenuto la necessità di fare ulteriori passi avanti per portare i livelli della sanità meridionale a livelli più elevati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *