attualità primo piano

Stati Uniti d’Europa e NO alla chiusura di Radio radicale

Pensare alle Politiche per gli Stati Uniti d’Europa e dire NO alla chiusura di Radio radicale.

La semplificazione dello scontro politico rappresenta la vera svolta autoritaria della nuova destra di governo.
Come dimostra la minacciata chiusura di Radio radicale e la crociata illiberale contro la canapa. Sono stati questi gli argomenti affrontati nel secondo degli incontri promossi dall’Associazione radicale Leonardo Sciascia. Due le iniziative che verranno presentate nelle prossime ore: 1) una raccolta di firme e una lettera aperta da indirizzare all’on.le messinese Francesco D’Uva, capogruppo alla Camera dei Deputati per il Movimento cinque stelle, perché si attivi presso le opportune sedi istituzionali affinché non sia spenta la voce di Radio radicale; 2) una prima ricognizione sulla cannabis terapeutica e sui canapa shop nella nostra città.
Il prossimo incontro si terrà venerdì 17 dalle ore 16,30 sempre nella sede di piazza del Popolo. Ad animare l’iniziativa i “pensatori messinesi” Saro Visicaro, Giovanni Frazzica, Domenico Palumbo, Roberto Trifiletti, Carmelo Carlo Callegari, Maurizio Ballistreri e Gaspare La Scala,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *