politica primo piano Uncategorized

Nel silenzio più assoluto, parla solo Lucio D’Amico

Consiglieri comunali distratti, giornalisti svagati, sindacalisti in perenne discordia, nessuno si accorge che sotto il loro naso passano fatti importanti e forse anche gravi. Potrebbe nascenere la terza Agenzia dell’era De Luca, forse la più inutile di tutte, quella per la valorizzazione del patrimonio comunale, finalizzata alla vendita di immobili non utili. Ma per far questo, sostiene Lucio D’Amico, che necessità c’è di costituire una nuova Agenzia che significa costi: 3 consiglieri d’Amministrazione, 4 Revisori dei conti, locali, personale etc. Queste spese andrebbero a gravare sul Comune, quindi, sul contribuente, mentre, parallelamente, gli Uffici comunali dovrebbero continuare a funzionare regolarmente ed il personale sarebbe retribuito con altrettanta regolarità. A occhio e croce e come se si volesse fare un oneroso doppione in un comune in pre dissesto. E l’unico che dice una parola di buon senso è il giornalista Lucio D’Amico. Provate a fare qualche riflessione sulle condizioni generali di questa Città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *