politica primo piano

ISOLA PEDONALE, GIANDOMENICO LA FAUCI: PEDONALIZZARE LA VIA DEI MILLE

ISOLA PEDONALE, GIANDOMENICO LA FAUCI: “PEDONALIZZARE LA VIA DEI MILLE, IL RESTO SOLO ALTERNATIVE”

La decisione dell’amministrazione di non concedere all’associazione Mille Vetrine la possibilità, per il quindicesimo anno, di organizzare l’isola pedonale natalizia in Via dei Mille mi aveva lasciato perplesso. Immediata una mia nota di dissenso – ricorda La Fauci -, come celeri sono stati i contatti per cercare di comprendere i motivi e provare a trovare una soluzione accettabile.

Le alternative subito messe sul piatto non hanno trovato un mio parere favorevole: l’isola proposta da Forza Italia, quella compresa tra Piazza Cairoli e la Via Trieste non è mai stata un’idea da me condivisa. L’alternativa del Viale San Martino, personalmente, rappresenta solo un contorno e non una reale possibilità. Come detto già nelle note precedenti – continua La Fauci – la migliore soluzione per la pedonalizzazione natalizia resta quella della Via dei Mille.

Mi stranisce come si possa accusare l’associazione Mille Vetrine di non aver presentato un progetto all’amministrazione, perché per più di un decennio proprio la progettualità ha fatto la differenza mettendo d’accordo amministrazioni di diverso colore e ben due commissari straordinari. Mi chiedo – prosegue La Fauci – quale sia invece il progetto riguardante il Viale San Martino dato che, fin qui, si è parlato solo della chiusura della strada e niente più.

La nuova proposta giunta in commissione, quella che prevede di adibire l’isola sul tratto nord-sud del Viale San Martino fino alla Via Nino Bixio contestualmente alla Via dei Mille fino al medesimo incrocio, invece, è una soluzione accettabile anche se non totalmente condivisibile. La variabile importante riguarda – spiega La Fauci – i costi per l’organizzazione dell’isola e la gestione delle attività.

A mancare, fin qui, è la presa di coscienza che l’associazione Mille Vetrine per tutti questi anni ha sborsato, senza supporti pubblici, le cifre necessarie per il progetto dell’isola nella Via dei Mille. Un dettaglio non trascurabile, soprattutto in un momento di difficoltà economiche per il Comune di Messina. Non dare atto e merito a chi – insiste La Fauci – , per più di un decennio, si è sobbarcato l’impegno economico chiedendo all’amministrazione un semplice permesso, è un grossolano errore.

Sul Viale San Martino non esiste un interesse reale di creare l’isola natalizia, sia chiaro come la specifica “natalizia” non sia di poco conto dato che il particolare periodo dell’anno risulta essere decisivo. Tutto un altro discorso si affronterà, poi, quando sul tavolo ci sarà da disegnare un’isola pedonale permanente. In questo momento c’è bisogno – conclude La Fauci – di trovare un punto di equilibrio tra la pedonalizzazione per il cittadino e quella per i commercianti, proprio visto il periodo natalizio fatto di tanti acquisti. Non c’è nessun timore a definire l’isola di Via dei Mille un “piccolo centro commerciale all’aperto”, proprio negli interessi dei commercianti messinesi e, non da meno, dei cittadini che hanno da sempre trovato agio e piacere nel trascorrere le giornate di festività nella condivisione e nella partecipazione dell’isola della Via dei Mille.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *