politica primo piano

Per alcuni osservatori oltre 1000 contro “il difettoso Salva-Messina”

Per alcuni osservatori oltre 1000 persone in piazza contro “il difettoso Salva-Messina”

 

Queste alcune delle più significative osservazioni raccolte sul campo a Piazza Unuione Europea.  Ivan Tripodi, segretario della Uil, uno dei due sindacati che ha dato vita alla manifestazione di protesta, ha dichiarato:“Questo sindaco non ci ha dato l’opportunità di concertare immediatamente dopo la manifestazione di oggi. Gli avevamo chiesto solo un rinvio, lui invece ha agito secondo il suo raziocinio,  senza considerare che rappresentiamo una vasta percentuale di lavoratori. Non vogliamo perdere alcun posto di lavoro, questo è quello che ci preme. Anche questa nuova Agenzia per i Servizi Sociali non ci convince se non verranno garantiti tutti i posti di lavoro.  Come funzionerà nella pratica. Non è dato ancora sapere”.  Al suo fianco il Segretario generale della Cgil, Giovanni Mastroeni, che si è dichiarato soddisfatto della partecipazione all’iniziativa sindacale realizzata in poco tempo e tra mille difficoltà. Si è appresa inoltre che dopo la manifestazione è stato chiesto ai dirigenti comunali di fornire i nominativi dei partecipanti alla “assemblea sindacale”, sottolineando che “saranno ritenuti autorizzati soltanto coloro che hanno timbrato col codice 6 “Assemblea sindacale”: è quanto si legge in una circolare firmata dalla dirigente dell’Ufficio di Gabinetto, Loredana Carrara. “Questa appare come  una ulteriore sfida ai diritti dei lavoratori, un tentativo di schedare  i manifestanti. Un’iniziativa insolita e tardiva perché questo tipo di attività viene svolta prima della manifestazione e non a posteriori”, commenta ancora Tripodi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *