lombardia politica primo piano

Nicola Lombardo: nessuna sponda al terrorismo che approfitta delle difficoltà

Nicola Lombardo: nessuna sponda al terrorismo che approfitta delle difficoltà

 

COMUNICATO STAMPA

Gli organi di stampa riportano il ritrovamento, questa mattina, di volantini di solidarietà agli assassini delle Brigate Rosse, certamente prontamente rimossi,  da parte di un sedicente, confidiamo, “Collettivo contro la repressione per il Soccorso rosso internazionale” nel quale si esprime solidarietà anche e soprattutto ai protagonisti condannati con sentenza definitiva della cassazione per l’omicidio di Massimo D’Antona e protagonisti degli omicidi del giuslavorista Marco Biagi e dell’agente di polizia ferroviaria Emanuele Petri.

Esprimiamo la massima condanna di questo gesto che non sottovalutiamo in questo momento di crescente tensione anche sociale che potrebbe, anche per l’irresponsabilità di alcuni, come in passato, costituire l’humus su cui poter trovare terreno fertile il dilagare di questi fenomeni che sono stati sconfitti da tempo dalle autorità democratiche.

Confidiamo che da parte delle forze preposte alle indagini e al contrasto dei fenomeni di questo tipo ci saranno quanto prima le azioni di verifica e soluzione del gesto che confidiamo essere stato poco più di una grave e non per questo giustificabile azione dimostrativa provocatoria. Il Partito Democratico ha il rigetto per qualsiasi forma di simpatia verso queste forme dimostrative, non fosse altro che per il rispetto al grave tributo di sangue pagato duramente dagli uomini il cui agire ed operato ha preceduto la sua fondazione: da Moro a Guido Rossa,  da Roberto Ruffilli a Massimo D’Antona  solo per citarne alcuni. Già negli anni più feroci dello scontro tra lo Stato e queste forze eversive tutta la città di Sesto San Giovanni ha saputo fare fronte comune con le Istituzioni democratiche.

Nicola Lombardo

Segretario Cittadino Partito Democratico

Sesto S. Giovanni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *