politica

Diciotti, Fico: “I migranti devono sbarcare”, Salvini: “bambini posso scendere”

Nave Diciotti ancora in stallo. Fico: “I migranti devono poter sbarcare”, Salvini: “I 29 bambini posso scendere”

Agrigento sale a bordo: “Fate sbarcare i minori”

GIOVANNI ISOLINO via Getty Images

Si sta sbloccando, almeno per i minori a bordo, la vicenda della nave della Guardia costiera italiana Diciotti, attraccata a Catania, senza autorizzazione allo sbarco. Il Viminale, attende un segnale dall’Europa sull’accoglienza diffusa dei migranti ma, dopo giorni di impasse ha affermato che i 29 minori potranno scendere a terra. Sono tutti di età compresa fra i 14 e i 16 anni, fra loro è presente una sola ragazza, saranno accolti in due centri del Comune di Catania. Gli adulti, invece, per il momento restano a bordo. Al momento sull’imbarcazione ci sono 177 persone.

Venerdì 24 agosto a Bruxelles si discuterà dell’accoglienza ai migranti in Europa: la direttrice della Direzione Generale per la Migrazione e gli Affari interni della Commissione europea ha invitato i consiglieri per gli Affari europei dei Capi di Stato e di Governo di Italia, Francia, Germania, Austria, Spagna, Portogallo, Lussemburgo, Olanda, Belgio, Malta, Grecia e Irlanda a una riunione per concordare possibili soluzioni sulla questione dei porti di sbarco in esito alle missioni Sar.

PROCURATORE A BORDO: “SCENDANO I MINORI” – Il procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio, è salito a bordo della nave. Il magistrato è titolare dell’inchiesta, ancora a carico di ignoti, sul trattenimento dei profughi a bordo della Diciotti. “La situazione a bordo è critica. Ci sono diversi casi di scabbia – ha affermato – e comunque, in base alle convenzioni internazionali e alla legge italiana, i 29 minori non accompagnati hanno il diritto di sbarcare”. Oltre a effettuare l’ispezione ed accertare le condizioni dei profughi, anche al fine di valutare se siano stati privati illegittimamente della libertà personale, il magistrato ha parlato col medico e i mediatori culturali a bordo e sentito alcuni testimoni. E a chi gli chiede se ci siano gli estremi per indagare sul sequestro di persona risponde: “Ci sono valutazioni da fare attentamente sull’ipotesi di privazione della libertà personale e le faremo”. Anche la procura dei minori aveva chiesto che ai più piccoli fosse data la possibilità di scendere.

SALVINI: “I BAMBINI POSSONO SCENDERE ANCHE SUBITO” – E sui minori a bordo il ministro Matteo Salvini dice: “Ci sono ventinove bambini, possono scendere adesso. Gli altri no. Chiunque prenderà altre decisioni – anche il presidente della Repubblica o il presidente del Consiglio – lo farà senza il mio consenso. Per quanto mi riguarda le navi come arrivano possono anche tornare indietro”. Su quest’ultimo punto, disciplinato da una normativa internazionale, dice: “Ci sono convenzioni da cambiare? Le cambieremo”.

E sulle indagini della procura di Agrigento dice, nel corso di un Facebook live: “Hanno aperto un fascicolo contro ignoti? Sono qui, non sono ignoto, e sono stanco di vedere decine di migliaia di finti profughi in giro che non fanno assolutamente niente. Ho le spalle larghe penso di avere il sostegno della stragrande maggioranza degli italiani, anche degli stranieri regolari”. Poi un attacco a Fico, che aveva affermato che ai migranti doveva essere consentito di scendere dalla Diciotti: “Tu fai il presidente della Camera, io faccio il mio lavoro”. Poi l’ironia sui precedenti presidenti delle Camere: “Prima Bertinotti, Fini, poi la Boldrini, ora lui, mi vien da pensare che non sia una carica tanto fortunata”. Su Twitter arriva la risposta del diretto interessato: “Buona notizia che il governo abbia deciso di far scendere i minori dalla Diciotti. Per me fare il presidente della Camera significa fare sì che lo Stato non rinneghi mai principi fondamentali e dignità umana. Sono stato eletto per questo, rinunciando allo stipendio da presidente”.

FICO: Buona notizia che il governo abbia deciso di far scendere i minori dalla . Per me far il presidente della Camera significa fare sì che lo Stato non rinneghi mai principi fondamentali e dignità umana. Sono stato eletto per questo, rinunciando allo stipendio da presidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *