politica primo piano

ALBERTO ASOR ROSA: La mia vita da prof, non una pensione d’oro

ALBERTO ASOR ROSA: La mia vita da prof, non una pensione d’oro

La dichiarazione del noto studioso italiano: “Prendo 4.240 euro dopo 52 anni di scuola e Università. Questi analfabeti che ci governano vogliono cancellare tutta la storia italiana precedente, con le sue categorie, le sue culture, le sue tradizioni, la sua memoria”. E così tanti primari di ospedali, magistrati e ufficiali delle forze dell’ordine che sono stati in prima linea, lavoratori che per conto dell’Eni hanno operato in Paesi ad alto rischio, oggi non comprendono perchè debbono essere privati dei loro averi e insultati come percettori di “pensioni d’oro”, quasi fossero i proventi di un illecito. La gente incomincia a reagire a questa mostruosità che si sta realizzando nell’ambito del Ministero del lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *