politica primo piano

CATENO DE LUCA ELETTO SINDACO DI MESSINA

CATENO DE LUCA ELETTO SINDACO DI MESSINA

 

Ecco il suo curriculum:

L’on. Cateno De Luca è il nuovo Sindaco di Messina eletto al termine del ballottaggio di oggi, domenica 24, con il 65,28 per cento dei voti. Nato a Fiumedinisi il 18 marzo 1972, De Luca, sposato con Giusy Gregorio e padre di due figli, Gabriele e Verdiana, è residente a Messina dove lavora dal 1994. Diplomato al liceo classico La Farina, si è laureato in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Messina. Specializzato in diritto del lavoro, sindacale e management aziendale a seguito dello svolgimento ultraventennale del ruolo di direttore generale in numerosi enti e società nazionali di FENAPI Group, è un profondo conoscitore della gestione dei palazzi comunali essendo stato per oltre 25 anni amministratore comunale, poi più volte Sindaco di Fiumedinisi e Santa Teresa di Riva, e deputato regionale per tre legislature. È autore delle pubblicazioni “Lupara Giudiziaria”, “Origini e Prospettive dell’Autonomia Siciliana” e “Il Manuale dell’aspirante amministratore municipale”. Iscritto nel 1986 alla DC, nella sua esperienza politica, diventa nel 1990 consigliere comunale nel Comune di Fiumedinisi; nel 1991 dirigente provinciale del movimento giovanile di Messina; nel 1994, è candidato per il rinnovo della Provincia Regionale di Messina; nel 1998 candidato a Sindaco nel centro collinare di Fiumedinisi e nel 2001 alle elezioni per il rinnovo dell’Assemblea Regionale Siciliana; nel 2002 è nominato vice presidente nazionale vicario del partito Democratico Cristiano; nel 2003 viene eletto Sindaco della Comunità di Fiumedinisi; nel 2004 si candida per il rinnovo del Parlamento Europeo; nel 2006 è deputato regionale nella Circoscrizione della Provincia di Messina eletto con il “Movimento per l’Autonomia”; nel 2007 presidente dell’”Associazione Sicilia Vera”; nel 2008 è rieletto all’ARS con 10.171 voti di preferenza nella lista MPA-ALLEATI PER IL SUD; nel 2012 si candida alla Presidenza della Regione Siciliana e viene eletto Sindaco del Comune di Santa Teresa di Riva; nel 2017 è rieletto deputato all’Assemblea Regionale Siciliana. Per la sua esperienza associativa, sindacale e professionale, nel 1988 riveste le funzioni di delegato provinciale del movimento UNCI (Unione Nazionale delle Cooperative Italiane); nel 1990 di presidente provinciale UCICT – Unione Cristiana Italiana Commercio e Turismo; nel 1992 fondatore della FENAPI – Federazione Nazionale Autonoma Piccoli Imprenditori; nel 1994 diventa direttore provinciale del patronato CLAAI Confederazione delle Libere Associazioni Artigiane Italiane; nel 1996 segretario regionale e consulente nazionale della FNA – CONFSAL; nel 1997 direttore nazionale FENAPI – Federazione Nazionale Autonoma Piccoli Imprenditori; nel 1999 componente della direzione generale del Patronato SIAS – Movimento Cristiano Lavoratori; nel 2000 direttore generale del CAF FENAPI Srl (Centro di Assistenza Fiscale per Dipendenti e Pensionati); nel 2002 direttore generale del patronato INAPI (Istituto Nazionale Assistenza Piccoli Imprenditori) promosso dalla FENAPI; nel 2003 direttore generale del CAA (Centro Assistenza Agricola FENAPI); nel 2005 manager della società di servizi DIONISO; nel 2013 consulente aziendale FENAPI GROUP; nel 2015 direttore generale di Enti FENAPI; e nel 2016 del Fondo Conoscenza.

Ecco la sua biografia:

Io Sono Cateno …!
nato il 18 marzo 1972 a Fiumedinisi terzo figlio di una famiglia di umili origini di contadini e muratori.

Ho sempre avuto la passione per la politica ed a quattordici anni mi sono iscritto ai pulcini della Democrazia Cristiana diventando l’attacchino ufficiale della sezione DC di Fiumedinisi.
Ho sempre lavorato per mantenere la mia indipendenza economica e non gravare sulle spalle dei miei genitori: da adolescente ho allevato conigli e raccoglievo origano noci e castagne che poi vendevo alle putie di Fiumedinisi sotto la severa vigilanza della mia mamma; quando frequentavo la scuola media di Fiumedinisi durante le estati facevo il muratore con mio padre; mentre frequentavo il liceo passavo le mie estati a lavorare nei bar di Fiumedinisi ed in inverno frequentavo uno studio legale messinese che si occupava di diritto previdenziale e sindacale; a 18 anni ho aperto il primo ufficio di patronato a Fiumedinisi ed a 22 anni ho aperto il primo ufficio della FENAPI a Messina in via Garibaldi 118/a (ove ci dormivo pure !!!) essendo stato uno dei fondatori della FENAPI unitamente ad altri giovani siciliani e calabresi; a 25 anni sono stato nominato direttore generale della FENAPI e di tutti gli enti della FENAPI essendo diventata una realtà presente in 18 regioni e 78 province con oltre mille sportelli operanti in tutta Italia.
Compiuti 18 anni ho comprato, con i mei risparmi, la mia attuale Ferrari rossa presso l’autosalone Rossitto di Messina: una fiammante Opel corsa 1200 iniezione costata 12 milioni di lire di cui 4 milioni li ho dati in contanti ed 8 milioni con 40 bollettini di conto corrente postale di 220 mila lire al mese.

A fatica ed in grande ritardo mi sono laureato in giurisprudenza dopo aver frequentato per due anni il geometra Minutoli di Messina ma poi mi sono iscritto al liceo La Farina dove mi sono diplomato ed ho conseguito la laurea in giurisprudenza perché i miei genitori tenevano di più ad avere un figlio laureato piuttosto che deputato: mi sono laureato infatti alla giovane età di 36 anni, pur essendo sindaco di Fiumedinisi e parlamentare siciliano, perché mia madre me lo ha sostanzialmente imposto !
In politica ho fatto subito carriera: a 15 anni sono stato eletto come rappresentante dei licei di Messina al distretto scolastico; a 18 anni sono stato eletto consigliere comunale di Fiumedinisi; a 22 anni sono diventato assessore al comune di Fiumedinisi; a 26 anni ho perso le elezioni da candidato sindaco di Fiumedinisi ed ho ricoperto il ruolo di capogruppo della minoranza consiliare; a 31 anni sono stato eletto sindaco del comune di Fiumedinisi bissando il risultato nel 2008; a 34 anni sono stato eletto al Parlamento Siciliano bissando il risultato nel 2008; nel 2012 sono stato eletto sindaco di Santa Teresa di Riva; 6 Novembre 2017 rieletto al Parlamento Siciliano.

Mi sono sposato il 5 settembre 2000 ed ho due splenditi bambini che sto cercando di crescere con mia moglie all’insegna dei sani principi soprattutto riferiti ai sacrifici che è necessario fare nella vita per raggiungere i propri obbiettivi: ai miei figli dico sempre che non ha importanza il lavoro che faranno ma è importante che qualunque cosa faranno dovranno metterci cuore, faccia e testa.
Ora desidererei continuare il mio impegno per la gente e tra la gente facendo il sindaco di Messina ove risiedo dal 2009 e dove ho il mio domicilio lavorativo dal 1994 perché i risultati raggiunti a Fiumedinisi e a Santa Teresa di Riva dimostrano che uomini e donne di buona volontà possono modificare il destino di una comunità pur se all’orizzonte, transitoriamente, non si intravede la via maestra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *