attualità primo piano

Musumeci: Messina deve liberarsi, meno scene e più competenze. Bramanti vincerà

Musumeci a Piazza Cairoli: “Messina deve liberarsi da questa cappa, meno sceneggiate e più competenze. Bramanti vincerà”

Ha parlato per la prima volta da Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci,  nel comizio a Piazza Cairoli a sostegno del candidato sindaco della coalizione di centrodestra Dino Bramanti, entrambi sostenuti da una folla di cittadini entusiasti. Dopo l’intervento introduttivo di Dino Bramanti, Musu ha voluto parlare “da padre e da nonno” alle amiche ed agli amici di Messina: “Non abbiate mai per nessuna ragione paura della vita. La vita va affrontata giorno per giorno con la forza di alzarvi. Io l’ho fatto mille volte e non mi sono mai girato indietro. Di questo – ha detto  il Presidente Musumeci – si deve occupare la politica: deve sapere orientare i giovani, compresi quelli che prendono un diploma e non vogliono continuare gli studi, ma che non  possono restare per strada. Per anni una certa cultura di sinistra, radical chic,  ha inculcato l’idea che solo la laurea è la chiave per entrare nel mondo del lavoro. Non è solo cosi. A questi ragazzi dobbiamo offrire la possibilità di essere ottimisti. Il camice sporco di un meccanico per noi ha la stessa dignità del camice bianco di un medico. Credo di poter dire che il sindaco di Messina, che sarà Dino Bramanti, dovrà prestare attenzione alle famiglie più povere. La presenza a Messina delle baracche è una ferita che offende tutti e di cui tutti dobbiamo sentirci colpevoli, centrodestra e centrosinistra, perchè tutti abbiamo a turno governato. Speriamo di potere cancellare questa vergogna con la costituenda Agenzia per la casa. Dobbiamo stare attenti agli ultimi, compresi anziani. Le statistiche dicono che la Sicilia nei prossimi anni sarà la Regione con il più alto tasso senile. È un dato importante, ma è importante capire come si arriva alla vecchiaia. Occorre lavorare per la prevenzione, per fare in modo che i cittadini arrivino in vecchiaia in autonomia. Si è veramente vecchi quando si hanno tante risposte da dare e nessuno che ti fa più le domande”. Il presidente della Regione ha fatto appello ai cittadini affinché stiano attenti alla demagogia e a chi parla alla pancia giocando sulle spinte emotive .  “Soprattutto i giovani– ha detto Musumeci – sono stati utilizzati come donatori di sangue per certa classe politica per ingrassarsi:Messina deve liberarsi da questa cappa di anestesia. Voi avete un’opportunità: Dino Bramanti è la figura che ci vuole, è una figura rassicurante, meno spettacolo e più competenza. Lo dico io,  che ho preso il posto di un presidente che amava farsi  fotografare nudo sulla spiaggia. Sono accanto all’amico Dino: questa città deve rialzarsi. La città ha bisogno di un sindaco dal pugno fermo. Un buon sindaco per farsi valere non ha bisogno di gridare”. Ed  ha poi rivolto un in bocca al lupo ai “candidati generosi delle 10 liste” con una raccomandazione :   “Se andando in giro doveste sentire puzzo di compromesso, come diceva Borsellino, allontanatevi, meglio cento voti in meno che perdere la dignità. I cento voti servono per una elezione, la dignità dura tutta la vita”. 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *