Barcellona

A Barcellona  la mostra sulle origini della città del Longano

E’ stata inaugurata la mostra “Barcellona Pozzo di Gotto: le origini di una città”, organizzata nelle sale del Villino Liberty dell’associazione Genius Loci. Ottima la relazione introduttiva dell’arch. Bernardo Dell’Aglio.  L’esposizione, costituita da venticinque pannelli e incentrata sull’archeologia e le torri di avvistamento della città, è divista in due parti. La prima con dodici pannelli si concentra sui  beni archelogici ricadenti sul territorio comunale, compresi i tre Centri archeologici di Pizzo Lando (X sec. a.C.), la necropoli di Contrada Cavaliere-Monte Risica (VIII sec. a. C.) illustrata da Paolo Orsi nel 1915, e il centro fortificato di Monte S. Onofrio (IX-V sec. a. C.) scoperto dall’architetto Pietro Genovese, scavato dalla Soprintedenza nel 1976. La seconda parte, con tredici pannelli, pone al centro dell’attenzione del visitatore le torre di avvistamento presenti a Barcellona Pozzo di Gotto, dalle torri di Gala e quella di Torre Cantone, senza dimenticare i punti di avvistamento nella pianura (torri Pagano, Sottile, Lunga) e nelle colline (torri Nasari, Gurafi, Mollica e Cappa), compresa la Torre di Protonotaro, ricadente nel Comune di Castroreale.

All’inaugurazione sono intervenuti per i saluti il presidente della Genius Loci Bernardo Dell’Aglio e l’assessore Nino Munafò, che hanno preceduto l’intervento di presentazione della mostra dell’architetto Marcello Crinò. Presenti anche gli esponenti dell’Ordine degli Architetti di Messina, l’architetto Pietro Genovese, che ha svolto un ruolo importantissimo per l’archeologia barcellonese e il neo assessore Antonio Raimondo.
La mostra rimarrà aperta fino al 25 maggio, per essere spostata in maniera definitiva nel salone antistante la sala lezioni dell’Università della Terza Età, in via Garibaldi n. 147. Gli esperti dell’associazione hanno proposto le prime visite guidate a coloro che hanno presenziato all’inaugurazione. Durante i giorni di apertura, di mattina, dalle 9 alle 12, saranno effettuate delle visite guidate per le scuole a cura degli esperti della Genius Loci, mentre nel pomeriggio, dalle 18 alle 19, la visita guidata sarà rivolta ai cittadini, associazioni, partiti politici, gruppi consiliari, categorie professionali, sindacati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *