politica primo piano

AMMINISTRATIVE MESSINA, DANIELA MICALI ….. SI PRESENTA

AMMINISTRATIVE MESSINA, DANIELA MICALI ….. SI PRESENTA

“Ho 45 anni, sono una mamma, ed è per i miei figli che vivo, lavoro, e sono scesa in campo per fare politica.

Laureata in giurisprudenza e abilitata all’esercizio della professione, ho scelto di non fare l’avvocato.

Lavoro in Caronte&Tourist dal 2000, e mi occupo di diritto societario, 231, privacy e procedure aziendali.

Sono vice presidente di Rete civica per le infrastrutture nel mezzogiorno, movimento che ho contribuito a fondare e a far crescere in questi ultimi 4 anni.

Noi di Rete civica nasciamo e siamo conosciuti in città come “i pontisti”, ma la definizione seppur caratterizzante, è decisamente riduttiva. La Rete negli anni si è occupata certamente di Ponte quale elemento imprescindibile, ma in una visione globale di intermodalità e infrastrutturazione; abbiamo strenuamente difeso l’autonomia della nostra Autorità portuale quando sembrava che tutta la politica locale volesse svenderla a Gioia Tauro o peggio, se ne disinteressasse del tutto, non comprendendone la necessaria valenza per la città; abbiamo calcolato e rivendicato le quote per la ZES anche per Messina, in simbiosi con il nuovo pontile di Giammoro; manifestiamo la  necessità di termovalorizzatori in Sicilia per risolvere il problema immondizia; ci siamo occupati di alta velocità, collegamenti portuali, grandi rotte commerciali…. e reti idriche!

Come i miei compagni di viaggio, sono convinta che questa città abbia straordinarie potenzialità, ma che qualsiasi speranza di sviluppo e rinascita sia possibile solo attraverso l’infrastrutturazione completa e capillare non solo della città, ma di tutta la regione; il nostro motto è: “Non c’è Sviluppo senza Coesione, non c’è Coesione senza Mobilità e non c’è Mobilità senza Infrastrutture”.

Messina ha bisogno di essere connessa con l’Europa, ha bisogno di uscire dall’isolamento in cui è stata relegata, ha bisogno di tornare ad essere il centro del Mediterraneo, perché questa è la nostra più grande potenzialità e fortuna.

Non manca giorno che non mi venga chiesto perché, nonostante un lavoro impegnativo e due figli da crescere, io abbia deciso prima di occuparmi di infrastrutture e adesso di candidarmi al Consiglio Comunale; la mia risposta è:

“Se, un domani, dovessi essere costretta ad accompagnare i miei figli in aeroporto per andare a cercare la loro definitiva fortuna altrove (perché se le cose non cambieranno molti dei nostri giovani non avranno alternativa) voglio poter dire a loro, ma soprattutto a me stessa, di aver fatto tutto il possibile per dare loro un’opportunità”.

  • al centro della Daniela Micali in mezzo ai figli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *