attualità

Roma, murales con Berlusconi, Di Maio e Salvini al posto dei ‘bari’ di Caravaggio

Roma, murales con le facce di Berlusconi, Di Maio e Salvini al posto dei ‘bari’ di Caravaggio subito rimosso

Anche questa volta sono apparsi troppo zelanti gli apparati del Comune di Roma che si sono attivati per distruggere il disegno che era a due passi dal Quirinale dove il capo dello Stato stava tenendo le consultazioni per il nuovo governo. Naturalmente non sono mancale le Polemiche per la rapidità dell’intervento dell’ufficio decoro del Comune.

Si trattava di un quadro, con tanto di cornice di plastica dorata, attaccato a un muro in via dei Lucchesi, che riproduce il celeberrimo “I bari” di Caravaggio. Ma i volti dei manigoldi seicenteschi sono stati rimpiazzati con le  facce di Salvini, Di Maio e Berlusconi. L’autore è Sirante, un nome sconosciuto nel panorama della street art, che lascia, accanto al poster incorniciato, un cartellino in carta bianca, simile a quelli che si trovano nei musei.

Vi appare la data “2018”, la tecnica utilizzata, “stampa grafica su carta”, e la descrizione: “Sirante prende spunto da una celebre opera del suo maestro. Il quadro rappresenta una truffa. Un anziano ‘ingenuò sta giocando a carte con un suo oppositore il quale in complotto con un suo avversario trucca il gioco della politica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *