Uncategorized

CittadinanzAttiva a sostegno delle disabilità diffida il Comune di Messina

CittadinanzAttiva a sostegno delle disabilità diffida il Comune di Messina

Ecco la nota del Dr. Pracanica:

Avv. Domenico Zaccone
Dirigente Dipartimento Politiche Sociali
Piazza della Repubblica, 40
98122 MESSINA
pec protocollo@pec.comune.messina.it
p.c. Dott. Mario Candore
Dirigente Generale
DIPARTIMENTO della FAMIGLIA e delle POLITICHE SOCIALI
Regione Siciliana
PALERMO
pec assessorato.famiglia.lavoro@certmail.regione.sicilia.it
Dott.ssa Giovanna Gambino
Autorità Garante della persona con Disabilità della Regione Siciliana
presso Assessorato Regionale della Famiglia , delle Politiche Sociali e del Lavoro.
Via Trinacria n^ 34/36
90144 PALERMO
pec assessorato.famiglia.lavoro@certmail.regione.sicilia.it
Al dott. Antonio Le Donne
Segretario Generale del comune di Messina
Piazza Municipio, 1
pec protocollo@pec.comune.messina.it
1/2
Oggetto: Compartecipazione richiesta dal Dipartimento Politiche Sociali del Comune di Messina agli
utenti del SAD H. Richiesta chiarimenti. Mancato riscontro.
La nota di questa Associazione datata 12.10.2017, con cui si chiedevano alla S.V. chiarimenti in
ordine alle modalità di applicazione della compartecipazione da parte del Dipartimento Politiche Sociali del
Comune di Messina agli utenti del SAD H, è, a tutt’oggi, rimasta senza riscontro. In particolare si intendeva
sapere perché erano state completamente disattese le indicazioni dell’Autorità Garante per la Persona
Disabile (nota del 13.11.2017), quelle dell’Assessorato regionale alla Famiglia (note n. 867/37 e n. 20227);
perché non era stata presa in considerazione la sentenza del TAR Sicilia (42/07 – 2802/2006) e i chiarimenti
dell’Ufficio legislativo e legale delle Regione Sicilia ( n. 78.11.08).
La pretesa di compartecipazione alla spesa assistenziale avanzata dal Comune è inoltre illegittima per
le ragioni enunciate dalla relazione del nostro Ufficio legale, a firma dell’Avv. Massimo Gambino, allegata al
verbale della Consulta comunale delle organizzazioni che operano nel settore della ttività sociali in data
6.11.2017, che si allega.
Tutto ciò premesso, la scrivente Associazione fa istanza perché codesto Comune rinunci all’illegittima
ed illecita pretesa, con l’avvertimento che, in caso contrario, tutelerà gli invalidi vittima dell’illecito in tutte le
sedi, inclusa quella giudiziaria.

Il Presidente regionale
Dott. Giuseppe Pracanica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *