Barcellona cronaca

Importante operazione antimafia nel barcellonese di Gianluca Rossellini, Corriere.it

Importante operazione antimafia nel barcellonese di Gianluca Rossellini, Corriere.it

 Scacco alla mafia che controlla il versante tirrenico della provincia di Messina. I carabinieri e la polizia hanno arrestato, nel Messinese e in altre città italiane, 40 persone accusate di associazione mafiosa, estorsione, rapina, trasferimento fraudolento di valori, possesso di armi e violenza privata. L’inchiesta riguarda la cosidetta mafia “barcellonese”. Si tratta di una mafia tradizionale, “ortodossa”, capace di riorganizzarsi nonostante da un decennio sia costantemente colpita dall’azione degli investigatori. L’indagine, denominata Gotha 7, coordinata dalla Dda, nasce dalle dichiarazioni del pentito Carmelo D’Amico, capomafia arrestato nel 2009, e dei collaboratori di giustizia Salvatore Campisi, Franco Munafò e Alessio Alesci.
 Le indagini

L’inchiesta, che colpisce vertici e affiliati della fazione militarmente più organizzata della criminalità mafiosa della provincia peloritana, svela i rapporti del clan messinese con esponenti di Cosa nostra palermitana e catanese e rivela come l’organizzazione sistematicamente sia stata in grado di organizzarsi dopo ogni operazione di polizia. Viene fuori inoltre la costante pressione del racket del pizzo su commercianti e imprenditori della zona: sono decine i taglieggiamenti scoperti. Accertati anche i tentativi di acquisire la gestione e il controllo di attività economiche e appalti pubblici e la presenza di un arsenale di armi micidiali, necessarie al clan per affermare il controllo criminale nell’area.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *