cronaca lombardia primo piano

Nicola Lombardo consegna la targa F.A.Si. all’ On.le Bernardette Grasso

Nicola Lombardo ha consegnato la targa di ringraziamento all’On.le Bernardette Grasso, Assessore Autonomie Locali e Funzioni Pubbliche della Regione Siciliana

Su delega del Coordinatore Mario Ridolfo, il già segretario della Federazione delle Associazioni Siciliane in Lombardia (F.A.Si.) Nicola Lombardo ha consegnato la targa di ringraziamento all’ On.le Bernardette Grasso, Assessore Autonomie Locali e Funzioni Pubbliche della Regione Siciliana “Per l’impegno assunto anche nei confronti dei Siciliani di Lombardia” in occasione della “Quarta serata siciliana in Lombardia”. La consegna della targa è avvenuta in “loco” a Caprileone (ME) presso la segreteria particolare dell’Assessore visto che non si era potuta concretizzare nella serata del 16 dicembre scorso a Milano per l’impegno di tutta la Giunta regionale alla seduta supplementare per l’elezione dell’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea Regionale Siciliana. In particolare oltre all’Assessore Grasso anche il Presidente della Regione Musumeci avevano originariamente dato conferma della partecipazione all’evento a testimonianza della vicinanza dell’istituzione regionale siciliana all’operato della Federazione, alla pari di quella lombarda, già da anni consolidata e confermata anche recentemente dall’attestazione di stima del Presidente dell’Assemblea Lombarda Raffaele Cattaneo e dal Presidente della Regione Roberto Maroni, rappresentati alla serata dai presenti Carlo Borghetti, consigliere regionale e da Giulio Gallera, assessore regionale. L’Assessore Grasso nel rinnovare l’apprezzamento per l’operato sia in Sicilia che soprattutto in Lombardia della Federazione nonché delle associazioni Siciliane sue federate, considerate “ambasciatrici” della identità e positività del popolo siciliano in Lombardia e nel mondo, ha dato conferma, anche a nome del Presidente Musumeci, della presenza e del sostegno di entrambi al prossimo raduno estivo di agosto 2018 a Siracusa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *