lombardia

SESTO, Approvato all’unanimità ordine del giorno presentato dal PD

SESTO, Approvato all’unanimità ordine del giorno presentato dal PD

 

COMUNICATO STAMPA

Grazie ad un ordine del giorno proposto dalla Capogruppo del Pd Roberta Perego, ed approvato all’unanimità  dal Consiglio comunale, sono stati salvati e possono essere utilizzati i 300 mila euro che la Legge del governo

sulla “Buona scuola”, attraverso la Regione Lombardia, ha destinato alle scuole per i bambini da 0 a 6 anni, pubbliche e paritarie, di Sesto San Giovanni. I 40 milioni che la legge ha stanziato per la regione Lombardia per il 2017

sono stati suddivisi tra i Comuni lombardi il 22 novembre, ma andavano iscritti a bilancio entro ieri sera, 30 novembre, altrimenti sarebbero finiti tra i residui e, in pratica, non più spendibili. Sorprendentemente la giunta comunale

di Sesto non aveva provveduto ad inserire la considerevole cifra, tra l’altro riconoscimento importante del valore dei nostri nidi costruito negli anni delle Amministrazioni di centro sinistra, nell’assestamento di bilancio che ieri sera, proprio sul filo di lana, è stato approvato.

La capogruppo del Pd Roberta Perego ha allora presentato rapidamente un ordine del giorno che da mandato alla Giunta comunale di inserire con procedura d’urgenza i 300 mila euro per quest’anno nel bilancio in entrate ed in uscita

e di prevedere la stessa operazione per il 2018 e il 2019, visto che la legge sulla “Buona scuola” stanzia anche per il prossimo biennio cifre simili, anzi leggermente superiori a quelle del 2017, per sostenere i Comuni nei quali operano scuole per i piccoli da 0 a 6 anni .

L’ordine del giorno è stato approvato all’unanimità e sono così stati salvati, dunque sono spendibili, i 300 mila euro. Vale la pena sottolineare che il Comune di Sesto San Giovanni ha avuto il decimo contributo in ordine di grandezza tra i 1600 comuni lombardi, ma se si considerano le sole scuole pubbliche siamo in quinta posizione.

Nicola Lombardo

Segretario cittadino PD Sesto S. Giovanni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *