lombardia

SESTO, CON L’AMMINISTRAZIONE CHITTO’ C’E’ STATA LA BUONA SCUOLA

LOMBARDO: A SESTO, CON L’AMMINISTRAZIONE CHITTO’ C’E’ STATA LA BUONA SCUOLA  

 

COMUNICATO STAMPA BUONA SCUOLA

 

Grazie all’impegno del Governo e delle scelte della Giunta Chittò, con l’allora assessore Roberta Perego, che come Amministrazione al Governo ha più volte chiesto attenzione per una città da sempre all’avanguardia per i servizi della prima infanzia, il Comune di Sesto San Giovanni riceverà 300 mila euro per le scuole pubbliche e private per i bimbi da 0 a 6 anni.

All’interno della legge sulla “Buona scuola” il Governo ha stanziato, per la prima volta nella storia italiana dopo il piano triennale nidi dell’allora Ministro Bindi, 209 milioni per l’anno 2017 per le scuole per i bimbi da 0 a 6 anni, che salgono a 224 nel 2018 e a 239 per il 2019. Di questi, più di 40 milioni sono destinati alla Lombardia che li ha ripartiti in questi giorni tra i Comuni, in relazione al numero dei bambini che frequentano queste scuole.

Al Comune di Sesto San Giovanni la Regione Lombardia, dato l’alto numero di bambini nei nostri nidi, ha riconosciuto una somma di 298.980 euro, 10.930 dei quali per le paritarie.

Sugli oltre 1.600 comuni lombardi, Sesto San Giovanni è risultato 10° per i contributi ricevuti, ma se prendiamo in considerazione i bambini che frequentano le strutture pubbliche, la nostra città con 4.317 piccoli risulta essere la quinta città in tutta la Lombardia. Superiamo in questa classifica anche capoluoghi di provincia come Pavia, Varese, Como, Cremona.

L’attuale Maggioranza di centro destra ha più volte fatto sapere che l’anno prossimo taglierà alcuni nidi o li esternalizzerà. Ma nei prossimi due anni in base alla legga sulla “Buona scuola”, se Sesto continuerà ad essere all’avanguardia nella politica verso i piccoli cittadini,  riceverà una somma ancora più consistente della attuale.

 

Nicola Lombardo

Segretario Cittadino PD

Sesto S. Giovanni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *