attualità

Luigi Chiara: dinastie imprenditoriali protestanti a Messina

Luigi Chiara: dinastie imprenditoriali protestanti a Messina

 

Con l’incontro sulle dinastie imprenditoriali protestanti a Messina sono ripresi, dopo la pausa estiva,gli appuntamenti della Chiesa Valdese peloritana organizzati nell’ambito dei festeggiamenti internazionali del 500° anniversario della Riforma protestante. Relatore il professor Luigi Chiara, docente di Storia contemporanea dell’Università di Messina, che ha raccontato la storia dei numerosi imprenditori e commercianti stranieri che tra la fine del Settecento e i primi decenni dell’Ottocento scelsero la città dello Stretto per le proprie attività. Particolare attenzione è stata dedicata alle famiglie protestanti, alle loro vicende e alle loro consuetudini. “Studiando ed esaminando migliaia di lasciti testamentari -ha spiegato il professor Chiara all’attenta platea presente all’incontro- sono emerse delle peculiarità non solo rispetto alle attività imprenditoriali di questi nuclei familiari, ma anche alla loro vita privata. Un dato comune ed evidente è la semplicità con la quale vivevano, nonostante i notevoli patrimoni. Tratto, quello della frugalità, tipico della cultura protestante”.

A confermare tutto ciò con ricordi personali e familiari Beatrice Grill, discendente di una delle famiglie più importanti della colonia straniera. Intervenuta subito dopo il professor Chiara, ha raccontato non solo aneddoti inerenti la sobrietà tipica di quelle famiglie nonostante le grandi ricchezze, ma ha anche sottolineato l’attenzione costante verso i bisognosi e gli infermi, peculiare della cultura protestante, ai quali erano destinate notevoli somme di denaro anche quando a gestirle erano enti cattolici. “A loro non importava il credo di chi gestiva le opere di carità –ha puntualizzato la Grill- ma i risultati delle loro attività. Non a caso, i miei antenati destinarono dei lasciti consistenti anche all’ospizio di Collereale e alle Piccole Suore, dimostrando così di avere a cuore il benessere delle persone indipendentemente dalla loro religione. Tra le figure più importanti della comunità valdese è stata ricordata anche Maria Sofia Pulejo (moglie dell’imprenditore Uberto Bonino), che sull’esempio della madre Maria de Fernayfu sempre molto legata alla Chiesa Valdese. Il prossimo appuntamento del calendario dei festeggiamenti della Riforma protestante è per sabato 30 settembre alle 18, sempre nella chiesa valdese di via Laudamo 16, con l’incontro tenuto dal pastore Rosario Confessore sul tema “Riforma ed ecumenismo”. Subito dopo, come di consueto, sarà offerto un piccolo rinfresco ai presenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *