attualità primo piano

PARTECIPAZIONE E GIOIA ALLA CONVENTION UDC SICILIA VERA

PALAERMO, PARTECIPAZIONE E GIOIA ALLA CONVENTION UDC  SICILIA VERA. MOLTO SODDISFATTI CESA, MUSUMECI E DE LUCA

 

Il leader di Sicilia Vera Cateno De Luca ha ufficializzato per le prossime elezioni regionali la candidature degli uomini e delle donne di Sicilia Vera nell’Udc, alla presenza di Lorenzo Cesa, Segretario nazionale dell’Udc, di Antonio De Poli, Presidente nazionale del partito e del candidato presidente della Regione Siciliana del Centrodestra Nello Musumeci.De Luca ha dichiarato: “Musumeci tra primi provvedimenti faccia ampiamentoZes, zone economiche speciali per la Sicilia in modo da attirare nuovi capitali”.

“Tra le prime cose che chiederemo al nostro presidente Musumeci qualora dovesseessere eletto c’e’quella di farsi portavoce presso lo Stato italiano affinché vengano ampliatein gran parte  della Sicilia le zone economiche speciali, aree con possibilità di investire con tassazione agevolata per colmare il gap esistente con il resto del Paese e rendere competitivo in ambito internazionale il nostro territorio”. A dirlo Cateno De Luca, leader di Sicilia Vera,  stamani al San Paolo Hotel di Palermo, ufficializzando, con il popolo di Sicilia Vera, l’accordo politico con l’Udc e Rete Democratici per  le prossime elezioni regionali.L’incontro, avvenuto alla presenza di Lorenzo Cesa, Segretario nazionale dell’Udc, di Antonio De Poli, Presidente nazionale del partito, del candidato presidente della Regione Siciliana del Centrodestra Nello Musumeci e dei parlamentari regionali e dei dirigenti nazionali siciliani dell’Udc, ha rappresentato un’occasione di confronto sulle tematiche del lavoro, imprenditoria ed autonomie locali da inserire nel programma di governo di Nello Musumeci di cui l’Udc e Sicilia Vera saranno parte integrante. “Chiaramente per formare le aree speciali e operare con la defiscalizzazione delle aree depresse  – prosegue De Luca – si devono prima trovare i fondi nazionali e europei e promuovere l’iniziativa imprenditoriale fornendo inoltre incentivi alle imprese, sostegno alle start up”. De Luca è poi intervenuto sull’alleanza con l’Udc spiegando:“Questa federazione con Udc e Rete Democratica rappresenterà una forte spinta al cambiamento nella politica siciliana,portando avanti in modo determinato le istanze di rinnovamento necessarie per avviare un processo virtuoso di sviluppoin Sicilia”.”Siamo di fronte a nuove sfide – prosegue De Luca – dove è necessaria una rinnovata assunzione di responsabilità verso la collettività, considerando le mutate condizioni sociali, economiche, demografiche e storiche. Nel villaggio globale di cui ormai siamo parte consapevole, pare necessario più che mai uno spazio organico di confronto per determinare un progetto che riesca a preservare gli elementi identitari da una “dittatura” culturale imposta dalle strategie di marketing mondiale. Sicilia Vera, ispirandosi ai principi sturziani dell’Autonomia, proprio per questo vuole  porre al centro della propria azione politica la difesa e la valorizzazione delle identità locali siciliane aggregando e promuovendo le realtà civiche comunali.Fondamentale poi quindi promuove il “ made in sicily”  con proposte ed azioni politiche tendenti alla creazione e valorizzazione delle filiere corte sostenendo, con il metodo incentivante delle attività e dei servi collaterali, la produzione ed il consumo dei prodotti e dei servizi siciliani. Durante la conventionil leader nazionale Udc Lorenzo Cesa ha affermato: “Siamo felici di accogliere nella nostra famiglia i movimenti Rete Democratici, quello di  Sicilia Vera di Cateno De Luca politico di grande talento“.”Speriamo – prosegue Cesa- in un grande risultato per le prossime elezioni regionali ripartendo dai territori e costruendo un grande contenitore di Centro”. Sulle prossime regionali è intervenuto anche il presidente  nazionale dell’Udc Antonio De Poli che ha dichiarato: “L’Udc si presenta con un nuovo corso qui in Sicilia con persone che sono attente a quelli che sono i veri problemi  del territorio a partire dal lavoro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *