politica

Zuccarello sfotticchia Accorinti, ma con tanta amarezza!

 

ZUCCARELLO NON DEMORDE

Mi capita di rileggere dei post datati 15 giugno dove il nostro sindaco si autoproclama risolutore di questioni mai risolte a Messina.
Il nostro super eroe avrebbe finalmente superato problemi che affliggono la nostra città da decenni, avrebbe superato tutti gli inconvenienti di inefficienza, infiltrazioni mafiose e clientelismo; pieno di orgoglio, fa ringraziamenti a chi l’ha sostenuto e creduto in lui e deride chi invece ha meschinamente “remato contro”.
Ma, a distanza di due mesi da queste dichiarazioni, mi viene da dire.. ci siamo persi qualcosa? Mi sfuggono i motivi di tale festeggiamenti!
Ma forse dobbiamo festeggiare e ringraziare il nostro sindaco perché Messina continua ad essere una enorme discarica maleodorante! Le attività commerciali forse devono ringraziare per la nuova ordinanza che obbliga a tenere la immondizia giornaliera dentro le proprie attività, oppure saranno costretti a utilizzare delle aziende private per la raccolta nonostante abbiamo pagato migliaia di euro di TARI? Almeno abbiamo raggiunto un primato! Quello di città-spazzatura!
Caro Accorinti, mi dispiace, ma credo che quei cittadini che pagano la tarsu, la tares e la tari, che tanto ringraziavi per la loro paziente fiducia, siano ancora tanto arrabbiati con te!#buonadomenicacosi #messina #rifiuti#rifiutimessina #grazieaccorinti #magraziedicosa#nonsoseridereopiangere #accorinti

Immersi in un mare di spazzatura si comincia a delirare !
Piuttosto che migliorare lo stato delle cose, la nostra amministrazione continua a peggiorarle! si dispongono assurdi ed improponibili regolamenti sulla gestione dei rifiuti.
Direttive presentate come “soluzioni”…
Ma è chiaro che di risolutivo non hanno proprio nulla! Anzi…c’è da restare ancora una volta senza parole !
Mi riferisco all’ordinanza del sindaco sulle nuove regole per i rifiuti, con la quale infierisce su una situazione già sfacciatamente vergognosa!
Si penalizza chi è già penalizzato perche’ assolve al suo dovere di cittadino, pagando le tasse per un servizio pubblico inesistente!!
E adesso..come se non bastasse, l’unica alternativa al disservizio sarebbe rivolgersi a ditte private, per svolgere la raccolta porta a porta per tutti gli esercizi commerciali costretti a ulteriori a costi ? Nonostante paghino una tassa sui rifiuti (TARI) salatissima? Accorinti e Ialacqua Complimenti per le soluzioni! Complimenti per la considerazione e le attenzioni mostrate nei confronti di chi ha avuto già fin troppa pazienza!
Ci si ritrova improvvisamente davanti ad un’ordinanza, sopratutto non preceduta da alcuna comunicazione ufficiale, sopratutto che aggrava la situazione e incrementa la rabbia dei cittadini, con una ricaduta ancora più incisiva sui commercianti e su tutti gli esercizi che non potranno più usufruire dei cassonetti.
Leggo all’interno dell’ordinanza tutta una serie di divieti che potrebbero di certo essere il completamento di un percorso già consolidato, ma sicuramente non possono essere il punto di partenza in una condizione di disastro e precarietà come quella messinese.
Caro sindaco, Prima di procedere con i “divieti”, metti i messinesi nelle condizioni di poter usufruire di un servizio che gli spetta di diritto!! Fornisci il servizio per il quale pagano!!
Questa sarebbe la rivoluzione che ci avevi promesso?? Queste sono le soluzioni aspettate?? Avevamo bisogno di rivoluzioni ed esperti venuti dal nord per trovare la soluzione più banale??? Cioè tenetevi la spazzatura dentro casa ??
A me sembra di assistere ad un’involuzione! Altro che rivoluzione!!
Grazie per tutte le vostre proposte che stanno cambiando culturalmente questa città, grazie per le vostre trovate, da consigliere comunale, che ha proposto la prima sfiducia e ha sottoscritto la seconda, pronto a sottoscrivere anche la prossima, sperando che sia quella buona.
Spero che questa inutile esperienza amministrativa termini.

Daniele Zuccarello
Missione Messina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *