sociale

CITTADINANZATTIVA SOLLECITA LA DISINFESTAZIONE DEGLI INSETTI

CITTADINANZATTIVA SOLLECITA LE ATTIVITA’ DI  DISINFESTAZIONE DEGLI INSETTI PER LA TUTELA DELLA SANITA’ PUBBLICA

Il Ministero della Salute e l’ANCI hanno emanato una circolare congiunta, per intensificare le misure di prevenzione nei confronti delle malattie trasmesse da insetti vettori. Si tratta di malattie acute virali di origine tropicale, come Chikungunya, Dengue, Zika e West Nile, che sono trasmesse da zanzare del genere Aedes e Culex e la cui sorveglianza, a livello nazionale è stabilita dalle circolari 16 giugno 2016 e 10 agosto 2016. Queste zanzare sono diffuse in tutto il paese fino a quote collinari, soprattutto nei centri abitati, dove possono raggiungere densità molto elevate. Il periodo estivo coincide con la maggior diffusione di questi insetti, per cui aumenta il rischio di malattie e la possibilità che si stabilisca un ciclo di trasmissione locale. Quest’anno, l’epidemia di virus Zika è definita dall’OMS un’emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale, anche a causa di gravi patologie correlate quali microcefalia e sindrome di Guillain Barré. Una delle misure più efficaci per prevenire il diffondersi di queste malattie consiste nell’effettuare piani di disinfestazione come indicato nel Piano Nazionale di sorveglianza e risposta alle arbovirosi trasmesse da zanzare (Aedes sp.) con particolare riferimento a virus Chikungunya, Dengue e Zika – 2016 (circolare ministeriale n. 17200 del 16 giugno 2016).

La circolare stabilisce che i Comuni sono responsabili di effettuare tempestivamente le attività per il controllo delle zanzare, sia sulle forme larvali che sugli insetti adulti, applicando le raccomandazioni in base alla situazione epidemiologica locale e al periodo dell’anno.  Di fondamentale importanza l’informazione della popolazione perché possa partecipare attivamente alle attività di disinfestazione all’interno delle aree private e contribuire a garantire la sostenibilità e la continuità degli interventi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *